Fascismi e razzismo sotto la lente d'ingrandimento: nasce l'Osservatorio provinciale

Provincia di Lecce e Coordinamento antifascista firmano un'intesa per monitorare e contrastare eventuali episodi di matrice razzista e xenofoba

In foto: il presidente Minerva firma il protocollo

LECCE – Rigurgiti neo fascisti in corso? La domanda riecheggia spesso nelle cronaca e il problema di un presunto ritorno del fenomeno non merita di essere preso sotto gamba. Anzi.

A Lecce sta per nascere un osservatorio provinciale istituito proprio per monitorare la situazione e contrastare eventuali episodi di stampo fascista o razzista che si dovessero verificare sul territorio.

Il primo passo è stato compiuto con la firma del relativo protocollo, presso la sala giunta di Palazzo Adorno, sottoscritto dal presidente dell'ente provinciale, Stefano Minerva e dal Coordinamento provinciale antifascista, costituito da Anpi Lecce, Arci Lecce, Cgil Lecce, Libera Lecce, Link Lecce, Unione degli Studenti Lecce e Studenti Indipendenti-Udu.

L’Osservatorio sarà composto da attivisti che svolgeranno l’incarico a titolo esclusivamente gratuito e sarà istituito in seno alla presidenza della Provincia. Il compito principale sarà quello di arginare l’espansione di fenomeni attraverso una denuncia costante di attività, eventi o episodi che rivelino connotazioni xenofobe.

Secondo il presidente Stefano Minerva, “in un momento storico così delicato, in cui assistiamo ad uno sdoganamento di movimenti neofascisti, abbiamo l’esigenza che le istituzioni diano un segnale chiaro e inequivocabile”.

Il Coordinamento provinciale antifascista, già costituito lo scorso 18 giugno dalle organizzazioni firmatarie, garantirà un controllo capillare del territorio, consentendo poi all’Osservatorio di varare dei report periodici sullo stato della democrazia.

Il territorio al completo passerà sotto la lente d'ingrandimento dei volontari: dai grandi centri passando alle periferie, fino ai piccoli comuni della provincia.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Colto da malore al volante, fa a tempo ad accostare ma poi muore

  • Un violento scontro fra due veicoli: feriti entrambi i conducenti

  • Si recide l'arteria radiale del polso potando i suoi ulivi: 67enne muore dissanguato

  • Dopo la confisca, “testa di legno” per ditta in odor di mafia: sigilli a patrimonio dei De Lorenzis

  • Rimandata a casa con un antidolorifico per l’emicrania, ma aveva un ictus: indagato il medico

  • Mafia, droga e spari all’ombra delle “Vele”, chieste condanne per due secoli e mezzo

Torna su
LeccePrima è in caricamento