Giliberti firma le dimissioni e annuncia: "Pronto a tornare a casa mia"

Il giornalista lascia "Porta a Porta" e si prepara alla campagna elettorale. Delli Noci duro: "Scelta telecomandata e autoreferenziale"

Mauro Giliberti.

LECCE – “Pronto a tornare a casa mia. Casa mia è la città più bella d’Italia, Lecce”. Con queste parole, inserite in un post, Mauro Giliberti si accinge a lasciare Roma per fare rientro nel capoluogo salentino dove lo attende una campagna elettorale da candidato sindaco del centrodestra. Giliberti, che ha 38 anni, oggi ha firmato la lettera di dimissioni dalla Rai dove collaborava con Bruno Vespa per la trasmissione Porta a Porta dal 2011.

Il suo nome è stato estratto dal cilindro da Raffaele Fitto, dopo un accordo con Adriana Poli Bortone. E’ servito qualche giorno a dirimere i dissensi, tanto dei Conservatori e Riformisti quanto in Forza Italia, ma a questo punto manca solo la presentazione ai cittadini che potrebbe avvenire alla fine di questa settimana.

Ad attenderlo una competizione che al momento vede ai nastri di partenza Fabio Valente per il M5S e Alessandro Delli Noci per “Un’altra Lecce”. E’ proprio l’ex assessore a tornare sull’indicazione di Giliberti, partendo dalle dichiarazioni rese da Saverio Congedo alla stampa. Il consigliere regionale era nella lista dei possibili candidati e per lui si è speso molto il sindaco uscente (nonchè cognato) Paolo Perrone.

Secondo Congedo è mancato il riconoscimento al lavoro fatto da una classe dirigente in questi anni. Al proposito Delli Noci commenta: “La scelta di Giliberti, che oscura e delegittima politici con esperienza decennale in città dopo vent’anni di governo incontrastato è una manovra politica imposta dall’alto, telecomandata, completamente autoreferenziale e avulsa dalla città e dai cittadini”.

Insomma, la campagna elettorale inizia lentamente a scoppiettare. Entro la prossima settimana dovrebbe finalmente maturare anche una scelta nel centrosinistra: nei confronti di Dario Stefano, senatore e già assessore delle giunte Vendola, sono arrivate parole di incoraggiamento da parte del segretario regionale del Pd, Marco Lacarra, ma il diretto interessato non si è mai pronunciato e anzi, in serata, è sono giunte da parte sua parole che sembrano chiudere definitivamente il discorso.

Per lunedì, però, è previsto un incontro a Lecce nell’ambito della presentazione del movimento “Campo progressista” di Giuliano Pisapia e non è escluso che emergano indicazioni utili. Certo è che nel Pd non sono in pochi a volere le primarie, chi per principio, chi come rimedio alla mancata unità. Disponibili ad una competizione interna al centrosinistra si erano già espressi il consigliere regionale Sergio Blasi e il capogruppo in Comune, Paolo Foresio. Il primo ha poi ritirato la sua candidatura prendendo atto dello stallo interno al partito ma non è detto che sia davvero quella una decisione definitiva.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ubriaco in contromano, causa incidente con una vittima: conducente in arresto

  • Cade da un'altezza di dieci metri praticando il parkour: 16enne in gravi condizioni

  • Paura sulla statale: perde il controllo e si schianta contro guardrail e albero

  • Suv scorrazzano tra studenti e bagnanti. E si tenta di deviare lo sbocco a mare dell'Idume

  • Dalla perquisizione della vettura spunta la droga: coppia di fruttivendoli nei guai

  • Travolto da un’auto sulla litoranea di Santa Cesarea Terme: grave un ciclista

Torna su
LeccePrima è in caricamento