Giornata mondiale dell'infanzia: bimbi nelle piazze. Affondo polemico del Msi

Nel 30esimo anniversario dell'approvazione dell'apposita convenzione Onu, numerose le iniziative. Adriana Poli Bortone accusa l'amministrazione di disinteresse

Da sinistra, Leo, Poli Bortone e Personé.

LECCE - Nel 30esimo anniversario dell'approvazione della Convenzione sui diritti dell'infanzia e dell'adolescenza, centinaia di alunni delle scuole leccesi si sono distribuiti tra piazza Sant'Oronzo, parco Tafuro, piazza Madre Teresa di Calcutta e la biblioteca comunale "L'Acchiappalibri" per partecipare, insieme a vari esponenti della giunta, alle inizitive allestite per la Giornata Mondiale dell'Infanzia. Dal tardo pomeriggio il Sedile è stato illuminato con luce blu per ribadire il ruolo delle amministrazioni locali nella promozione della convenzione e dei suoi contenuti. 

Nell'Open Space di Palazzo Carafa, intanto, il Movimento Sociale Italiano ha organizzato una conferenza stampa dal titolo molto evocativo, "Mai più Bibbiano", con riferimento alla vicenda sugli affidi dei minori che ha investito e travolto il centro del Reggiano, in Emilia. La magistratura ha sviluppato un'inchiesta mentre due commissioni regionali hanno analizzato la questione dal punto di vista tecnico e politico, concludendo sostanzialmente che non è mai esistito un "sistema Bibbiano", più esteso cioè del perimetro sancito dalle indagini e rispetto al quale si attendono gli esiti sul piano giudiziario.

L'occasione è stata propizia affinché la consigliera Adriana Poli Bortone, di recente rientrata nelle file del Msi, affondasse la lama della polemica nei confronti dell'amministrazione, rea, a suo dire, di scarsa attenzione nei confronti della ricorrenza odierna -. l'accusa è di non aver organizzato un consiglio comunale ad hoc - e più in generale sul tema delle politiche sociali: per esempio, troppo tardiva sarebbe stata la recente decisione di ripristinare l'elezione del consigliere aggiunto (in rappresentanza delle comunità straniere residenti a Lecce), una iniziativa che Poli Bortone volle assumere ufficialmente durante il suo mandato come sindaco. 

Alla conferenza erano presenti il segretario provinciale, Egidio Personé, quello cittadino, Umberto Leo, ma anche altri consiglieri comunali di centrodestra come Andrea Guido, Roberto Giordano Anguilla e Gianpaolo Scorrano, che era candidato in una delle liste a sostegno di Poli Bortone.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Violento schianto in centro, coinvolto il musicista Nando Popu

  • Forestali, denunce a raffica. E sequestrate 98mila piantine di melograno

  • Carabiniere e “Le Iene” sott’accusa, chiesti 100mila euro di risarcimento

  • Spaccio di droga: in 14 a processo. Tra loro l’imprenditore dei vini Gilberto Maci

  • Dove c'era il lido, ecco spuntoni e detriti: scattano di nuovo i sigilli

  • Nuova ondata di maltempo: allerta arancione in attesa delle violente raffiche di vento

Torna su
LeccePrima è in caricamento