Verso un governo M5S-Lega: il sindaco Potì ricorda l'impegno contro il gasdotto

Il primo cittadino di Melendugno chiede a Luigi Di Maio coerenza con le posizioni espresse negli anni, sul territorio e nei luoghi istituzionali

Il sindaco di Melendugno, Marco Potì.

LECCE – Ancor prima del semaforo verde per un governo sostenuto dal M5S e dalla Lega, dal sindaco di Melendugno, Marco Potì, arriva una sorta di post-it per uno dei principali protagonisti delle serrate trattative che dovranno sancire oltre ad un accordo sul programma anche la scelta del presidente del Consiglio dei ministri.

Il promemoria di Potì ha naturalmente come oggetto il gasdotto Tap e il destinatario è Luigi Di Maio, il presidente del movimento pentastellato. Non casualmente il sindaco accompagna il suo testo con una foto scattata nel luglio scorso a Bruxelles nella quale entrambi esibiscono una bandiera No Tap.

“È tempo di contratti di governo. Auspico che l’onorevole Di Maio inserisca nell’agenda programmatica del prossimo governo, le scelte in tema di strategia energetica nazionale, che da anni sostengono. Fine delle fossili, no gasdotti, rinnovabili, ricerca, salute, ambiente, turismo, futuro. 
Non dimenticarti di noi”.

C’è evidentemente la speranza da parte del primo cittadino che il M5S possa sbarrare la strada al progetto che prevede l’approdo dell’infrastruttura a San Foca e poi il prosieguo attraverso la rete nazionale fino al cuore d’Europa. Gli esponenti pentastellati, dai consiglieri regionali ai parlamentari, non hanno mai perso l’occasione di ribadire la loro contrarietà al gasdotto e sono spesso stati protagonisti di sopralluoghi sul cantiere, proprio insieme al sindaco Potì (l'ultima il 23 aprile).

La chiarezza della loro posizione ha naturalmente generato un’apertura di credito che la comunità di Melendugno e non solo si augura possa essere contraccambiata con atti concreti una volta che saranno definiti assetto e agenda del governo.

Il 9 febbraio Di Maio face a Lecce una tappa del suo tour elettorale: in quella circostanza assicurò alla platea, nella quale erano diversi gli attivisti No Tap, che si stava già studiando il modo per liberare l’Italia dai vincoli dell’accordo trilaterale siglato con Albania e Grecia e votato a maggioranza dal Parlamento.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (21)

  • Qualcuno riferisca al sindaco di Melendugno che la devastazione del territorio salentino, ivi compreso quello del suo Comune, è iniziata decenni fa e continua tuttora con la costruzione edilizia abusiva realizzata selvaggiamente in particolare nelle marine. Quante case abusive sono state abbattute nel territorio di Melendugno? Scommettiamo neanche una? Già...lì non conviene puntare gli occhi, non c'è visibilità, non ci sono tv e, soprattutto, si toccano interessi locali e non che possono determinare una perdita del tesoretto a cui tengono di più i nostri illuminati amministratori locali: i voti! Vai a lavorare, sindaco, è meglio.

  • Ma non fare ridere....

  • Avatar anonimo di ciccio
    ciccio

    Dai avanti così, spazziamoli via ! via la tap e tutti i suoi complici dal Salento. E avanti con investimenti e politiche sostenibili per questo bellissimo ma fragile territorio.

    • uuuhhhh è una minaccia??? che ridere ..semplicemente ridicoli e arroganti e poco rispettosi delle leggi...

  • Signor Sindaco, premettendo di aver sempre stimato il suo lato umano.. lei è un INGEGNERE e conosce bene norme ma soprattutto divieti tecnici, paesaggistici, legislativi e "politici" che impediscono inderogabilmente la realizzazione di ulteriori innumerevoli aerogeneratori, parchi fotovoltaici,centrali idroelettriche, biomasse, basi nucleari etc...Sa bene, come qualunque cittadino mediamente avveduto, che non si soddisfa il fabbisogno energetico con pochi pannellini, per chi possa installarli...(non certo i condomini), di pochi mq sui tetti di qualche residenza. Qualunque fonte succitata, nella misura per compensare l'energia fornita da Tap ...è poi senza alcun paragone più impattante paesaggisticamente o pericolosa del famigerato tubo. Per il resto, vero che anche Di Maio "immagina" nel suo programma di azzerare o diminuire fortemente le fonti fossili ...ma cita, e poco realisticamente, almeno il 2050! Tutti lo speriamo ma consapevoli che sarà molto più in là se non al costo di diventare "schiavi energetici" di nazioni dell'Est molto più libertine.

  • ma quando la finite? non volete il gasdotto ma usate il gas, non volete i ripetitori ma usate i cellulari, i pannelli solari deturpano il paesaggio, le torri eoliche idem, i termovalorizzatori per produrre corrente dai rifiuti no..no, no, sempre e solo no sapete dire. Per ogni cosa per la quale dite no io ve la farei pagare dieci, cento, mille volte in più, vediamo se la voglia di dire no a tutto vi passa. Divertitevi. Buona vita, almeno dicendo no avete qualcosa da dire e da fare, per passare il tempo che altrimenti non sapreste come impegnare.

    • ...diglelo col megafono a questi intelligentoni. e poi non ci sarà nessun governo lega-5 stelle

  • Questi pro-gasdotto sono tanto attaccati ai loro interessi che non si sono accorti di essere fuori mercato. Siete obsoleti,il tempo delle fossili è finito.

    • A Pasqua'....MI sa di no che di metano, il fossile meno inquinante anzi scarsamente inquinante, ne avremo per molti anni ancora, fino a che no si troveranno soluzioni tecniche migliori. per poter far funzionare tutto quello che lei ed i NO TAP usano tutti i giorni,

    • Ma se il tempo delle fossili è finito, mi spiega come mai hanno dato il via alle trivelle? Cosa cercano quest'ultime ? ORO? Cicureddhe te mare? Da come vi esprimete , si evince chiaramente , che nessuno di voi ha mai consultato un grafico di produzione/consumi ( probabilmente nemmeno a livello locale). Probabilmente non riuscireste nemmeno a calcolare quanto spreco e inquinamento abbiamo prodotto, solo per fare dei semplici commenti...

    • Avatar anonimo di Jacopo
      Jacopo

      Allore, spiegaci come mai gli amanti delle rinnovabili non vogliono le pale eoliche, e i campi con i pannelli fotovoltaici.

    • Mi perdoni sig. Pasquale ma, aldilà del fatto possa essere il mio medesimo auspicio e della sua buona fede...questo è solo uno “slogan”. Siamo appena al reale 17% (allacciato al GSE) ed in decrescita costante per obsolescenza nonchè vari insuperabili impedimenti nella realizzazione di nuove strutture. Avevo già scritto in altro commento, non vi sarà concretamente alcuna alternativa (se non il nucleare) al fabbisogno energetico del sistema nazionale per svariati decenni. E di sicuro non lo affermo io.

  • Dai, un paio di mesi ancora e poi in Italia ci saranno solo rinnovabili. Spariranno tutti gli immigrati presenti e non ne sbarcheranno di altri. A ogni cittadino furbetto e/o senza voglia di lavorare, lo stipendio sarà garantito dai fessi e/o onesti che lavorano. In compenso il fesso/onesto lavoratore potrà andare in pensione a 55 anni, grazie all'abolizione della malefica legge Fornero. Tassazione fissa al 15%, che tu sia uno straccione o un Briatore. Io, nel frattempo, sto facendo scorta di pop corn.

    • Se c'è posto porto le bevande....

  • Ma da luglio scorso ad oggi si sarà già dimenticato!...poi ormai i voti li hanno presi ...e la campagna elettorale è finita...

  • Non sono un esperto di ingegneria energetica, però sembra palese che al nostro Paese manchi una politica di programmazione a lungo termine, che tradotto con gli esigui tassi di crescita significa possibilità di sviluppo. Auguro il meglio alla nuova Autorità Governativa che verrà fuori soprattutto in termini di crescita sostenibile per il nostro fragile territorio

  • il solito pitro non ha bisogno di commenti

  • Non sa piu' a quale Santo rivolgersi e si è scordato della Lega che ha sempre considerato i "notappini" come una banda di malfattori, perditempo nullafacenti.

    • Mica si vita a santi,ma a gente che ha firmati, sai come è ma c'è differenza, ma capisco che non cogli

      • A Pasqua' sei al delirio?? Faccia capire quello che dice, almeno mi faccio due risate

      • Pasquale mica si capisce che hai detto eh..

Notizie di oggi

  • Politica

    “Un sindaco da solo non cambia la città. Piazzale Cuneo ce lo insegna”

  • Politica

    “Per me voto disgiunto da tutte le coalizioni”. La scommessa di Adriana

  • Cronaca

    Suicida in cella d'isolamento, la madre denuncia: "Mio figlio doveva prendere farmaci"

  • Cronaca

    "Chronos", accusati di assenteismo: chiuse le indagini su 17 dipendenti

I più letti della settimana

  • Attacco allo stand della Lega nella piazza, ragazza contusa

  • Fuori strada di notte con la Mercedes, viene ritrovato morto all'alba

  • Esalta il fisico con gli abiti giusti

  • Malore improvviso, cameriere cade e batte la testa: in codice rosso

  • Intonano cori da stadio a Pescara, leccesi aggrediti. Uno accoltellato

  • Esplode il distributore di bibite: operaio 23enne in prognosi riservata

Torna su
LeccePrima è in caricamento