Incontro sulla legalità a Parabita, ricordando la figura della piccola Angelica Pirtoli

Il 20 marzo alle 18.30, presso il Teatro Parrocchiale di Sant' Antonio a Parabita, saranno proiettati i cortometraggi realizzati dai ragazzi e verrà anche presentata la storia narrata di Angelica

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di LeccePrima

I bambini e i ragazzi dell’Istituto Comprensivo di Parabita il prossimo 20 marzo, si confronteranno sui temi della legalità. Per la comunità parabitana è una data che non può essere dimenticata, poiché resta una delle pagine di cronaca più nere del basso Salento in quanto una madre, Paola Rizzello di 27 anni, venne uccisa insieme alla figlia, Angelica Pirtoli, di appena 2 anni e mezzo.

Recentemente, tutti i ragazzi delle quinte classi della Scuola Primaria e i loro compagni della Secondaria di 1° grado, hanno preso parte al laboratorio di legalità, coerente al Piano dell’Offerta Formativa dell’Istituto Comprensivo parabitano, promosso dall'associazione “Piazza delle Idee”. Il percorso, in linea di continuità con quanto già realizzato lo scorso marzo 2017, si propone di far conoscere ai ragazzi i luoghi e le attività che sono stati oggetto e motivo di rigenerazione di beni confiscati alla mafia e successivamente restituiti alla collettività come buona prassi per generare cambiamento. Infatti, lo scorso 19 febbraio, i piccoli studenti hanno visitato con molto interesse “Masseria Canali” a Mesagne, gestita attualmente dalla cooperativa "Libera – Terra – Terre di Puglia".

L’obiettivo del progetto è quello di stimolare le riflessioni degli studenti, incrementandoli a farli immaginare possibili attività di riutilizzo sociale di tali beni, con particolare riferimento a “Parco Angelica”, mostrando loro, esempi virtuosi che operano con successo e che determinano un significativo impatto sociale sul territorio in cui insistono. Inoltre, i laboratori didattico-creativi sono stati animati da “Swap Museum” che, al fianco dei docenti di classe, hanno arricchito l’apprendimento cooperativo, potenziando le competenze di cittadinanza attraverso l’utilizzo della tecnologia.

I prodotti finali del Laboratorio saranno un libro illustrato sulla storia di Angelica Pirtoli e alcuni microvideo su ciò che potrebbe diventare un bene confiscato alla mafia, immaginato dai ragazzi. Il 20 marzo alle 18.30, presso il Teatro Parrocchiale S. Antonio a Parabita, saranno proiettati i cortometraggi realizzati dai ragazzi e verrà anche presentata la storia narrata di Angelica Pirtoli. Tutto ciò rappresenta un piccolo contributo perché la comunità non dimentichi quanto accaduto ad Angelica. Gli ospiti della serata sono: il Rettore del Santuario del S.S.mo Crocifisso di Galatone don Angelo Corvo, il giornalista Antonio Nicola Pezzuto, il direttore della Biblioteca dell' Arcidiocesi di Brindisi Katiuscia Di Rocco, il portavoce di “Addiopizzotravel” Dario Riccobono, il Dirigente dell’Istituto Comprensivo di Parabita Antonia Perrone e il Presidente di “Piazza delle Idee” Marco Cataldo.

Torna su
LeccePrima è in caricamento