Il sindaco di Martano: "Salento sotto assedio dei grandi interessi"

Fabio Tarantino è arrivato a bordo di un trattore. Anche il suo territorio sta conoscendo la piaga delle xylella. Presente anche il primo cittadino di Acquarica del Capo

Ferraro e Tarantino, il terzo e il quarto da sinistra.

LECCE – E’ arrivato anche lui su un trattore, insieme a decine di olivicoltori quando già in piazzale Carmelo Bene i mezzi pesanti non si contavano più: Fabio Tarantino, sindaco di Martano, è pienamente consapevole della gravità della situazione. LeccePrima lo ha intervistato.

Sindaco, anche il suo territorio, che vanta una storica vocazione agricola, è stato raggiunto dal batterio.

“Anche nelle terre di Martano c’è la Xyella, non così diffusa come nel Gallipolino ma sappiamo che è in estensione in tutto il Grande Salento. La nostra preoccupazione è ora quella di sollecitare la Regione e le istituzioni europee ad una attenzione particolare verso la provincia di Lecce per una soluzione che possa consentire al comparto di sopravvivere. Oggi siamo qui per dire che non vogliamo morire”.

Nella gran confusione che regna, una cosa appare certa: non si è dato il giusto peso al problema. Cose ne pensa?

Ne discutevo con gli olivicoltori. C’è stata certamente una sottovalutazione, ma non solo da parte della politica in senso stretto ma anche delle associazioni datoriali olivicole che non hanno affrontato la questione di petto imponendola sui tavoli regionali. Avrebbe giovato parlare più di questo che di altre situazioni che poco attengono all’olivicoltura e più alla governance che in questo momento ci interessa di meno.

Da qualunque prospettiva ci si metta, il Salento da qualche anno pare sottoposto a uno stress non da poco: non solo la xylella ma anche il progetto di gasdotto che tanto divide e fa discutere.

“Manca un governo del territorio, la capacità di tenere una linea, quella dello sviluppo agricolo e turistico e saperla portare avanti. Il Salento oramai è sotto assedio dei grandi interessi: si è compreso che il Salento è al centro del Mediterraneo, ma purtroppo si sta interpretando male questa centralità. Noi vogliamo dire che siamo al centro del turismo, dell’olivicoltura, della sana alimentazione ma purtroppo ci vogliono avvelenare, relegandoci alla periferia dell’impero”.

Quanto sono importanti agricoltura e turismo nel territorio che amministra?

Martano per fare un esempio è uno dei comuni con il maggior numero di posti letto di tutta la Grecìa Salentina in ambito ricettivo: il nostro è un entroterra ricco che vive di enogastronomia e di paesaggio. Senza l’ulivo perdiamo la nostra connotazione.

Alla manifestazione era presente anche il sindaco di Acquarica del Capo, Francesco Ferraro (nella foto, sopra, è il terzo da sinistra, Tarantino è il quarto).

Potrebbe interessarti

  • Balneazione, un pericolo da non sottovalutare: le correnti di risacca

  • “Non lasciamo gli anziani soli in casa”: appello degli psicologi pugliesi

  • Il silenzio è una cura, fa bene a corpo e mente: ottimi motivi per tacere

  • Danneggiata l'edicola votiva della “Pietà” nel centro storico di Lecce

I più letti della settimana

  • Infarto per una bimba di 1 anno. Anche un bagnante rischia malore davanti alla scena

  • Violento impatto fra un'Audi e uno scooter: muore il centauro

  • Bambino pesca un osso in mare. E si scopre essere una tibia umana

  • Lei sul materassino spinto al largo, lui rischia di affogare per salvarla

  • Ricercato in Francia ma nel Salento per vacanza in Porsche: polizia lo aspetta all’uscita dall’acqua

  • Scontro frontale tra due auto: 4 feriti. Coinvolta anche un’autocisterna

Torna su
LeccePrima è in caricamento