La lista di Loredana Capone: "Uniti nelle diversità"

Presentata questa mattina in piazza Sant''Oronzo la coalizione dell''Ulivo che sostiente il candidato sindaco Antonio Rotundo

Il gruppo dell'Ulivo in occasione della presentazione della lista
Uniti, sorridenti e carichi di entusiasmo si sono fatti fotografare questa mattina sotto l'albero di ulivo di fronte l'anfiteatro, che manco farlo apposta, è stato piantato durante gli anni dell'amministrazione Poli. Uniti soprattutto nella consapevolezza che le donne daranno una grossa mano al centro sinistra nelle amministrative di primavera per l'elezione del primo cittadino a Lecce. Ne sono convinti tutti: Antonio Rotundo (candidato a sindaco), Antonio Maniglio, presidente del gruppo consiliare dei Democratici di sinistra alla Regione, Sergio Blasi, segretario provinciale della Quercia e Gigi Nestola della Margherita. Tutti presenti i maggiori esponenti del partito alla inaugurazione in piazza Sant'Oronzo, nei pressi del Sedile, della lista di centro sinistra "Uniti per Lecce con Antonio Rotundo sindaco". Hanno detto poco e niente, loro, gli uomini, perché a presentare ufficialmente la capo lista dell'Ulivo Loredana Capone, assessore provinciale alle Pari opportunità, ci hanno pensato fin dalle prime battute le donne.

E così Angelamaria Spagnolo, segretaria cittadina dei Ds, ha aperto l'incontro sulla presentazione della lista del centro sinistra dicendo che "non è un caso se a capeggiare la nostra lista sia una donna, Loredana Capone, perché ciò conferma come questa coalizione intenda puntare e valorizzare le migliori risorse al femminile".

"La lista unitaria - ha esordito invece la Loredana Capone - si impegna innanzitutto a rispondere a due esigenze dei leccesi: governare bene la città e restare uniti lungo questo difficile cammino. D'altronde - ha spiegato - solo attraverso l'unità si raggiungo gli obiettivi più impegnativi. La nostra coalizione è aperta a coloro che si sentono pieni di entusiasmo. Non solo. Tengo a ribadire che per noi le differenze sono una grande occasione per il confronto e per la crescita, ecco perché intendiamo valorizzarle".

A margine dell'incontro con la stampa Antonio Maniglio ha parlato poi di trasparenza, uno dei temi scottanti che sta infuocando in questi giorni la campagna elettorale. "L'onorevole Fitto, insieme ad altri componenti della Cdl, è impegnato a tempo pieno a muovere attacchi personali ad esponenti dei Ds e del centro sinistra, alimentando una campagna scandalistica sul tema della trasparenza. Ma se in questa battaglia il primo a farne le spese è l'attuale vice sindaco dio Lecce, Paolo Perrone - ha detto il presidente del gruppo consiliare della Quercia - è solo perché da tempo un esposto su presunte lottizzazioni abusive è stato inviato all'autorità giudiziaria, all'assessore Barbanente e ai rappresentati delle istituzioni. Sono interrogativi legittimi - conclude - al pari di quelli sollevati dall'onorevole Fitto e dalle risposte che giungeranno sarà possibile chiarire il possibile conflitto di interessi dell'assessore Perrone, visto che le scelte di cui sopra erano nella totale competenza della giunta di Lecce".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Violento schianto in centro, coinvolto il musicista Nando Popu

  • Forestali, denunce a raffica. E sequestrate 98mila piantine di melograno

  • Carabiniere e “Le Iene” sott’accusa, chiesti 100mila euro di risarcimento

  • Spaccio di droga: in 14 a processo. Tra loro l’imprenditore dei vini Gilberto Maci

  • La barca s'incaglia, i tre pescatori tornano a riva sfidando il mare gelido

  • Dove c'era il lido, ecco spuntoni e detriti: scattano di nuovo i sigilli

Torna su
LeccePrima è in caricamento