La replica dell'ex candidato Ingrosso: "Nessuna vittoria del sindaco Piccione"

"Stranamente il sindaco scorda di esporre che anche il sottoscritto ha presentato denunciava per diffamazione a mezzo stampa"

SANNICOLA - Antonio Ingrosso, ex candidato a Sannicola, replica al primo cittadino Cosimo Piccione dopo la disposizione dell'imputazione coatta in un caso di presunta diffamazione. Partendo dall'ordinanza stessa emessa dal gip Michele Toriello, e prendendo spunto da uno stralcio. "Ogni volta che in una prospettica dinamica il materiale acquisito dal pubblico ministero sia suscettibile di sviluppi probatori, si impone il doveroso vaglio dibattimentale, poiché solo all'esito dell'acquisizione delle prove nel contraddittorio delle parti sarà possibile  avere piena contezza dei fatti già denunciati dalla persona offesa, la sussistenza di riscontri alla sua deposizione, l'idoneità del materiale probatorio ad affermare al di là di ogni ragionevole dubbio la penale responsabilità".

"Un maggior vaglio delle prove nell'aule di giustizia dove la democrazia viene realmente applicata", commenta dunque Ingrosso. "Alcuna vittoria da parte del sindaco Piccione, solo un approfondimento probatorio". E aggiunge: "Stranamente il sindaco scorda di esporre che anche il sottoscritto presentava denuncia per il reato di diffamazione a mezzo stampa aggravato nei confronti del soggetto responsabile della pagine facebook di Sannicola Cambia a seguito delle gravi offese di cui ero vittima".

La vicenda riguarda un "dibattito sulla gestione amministrativa di Sannicola". "Questo procedimento penale - aggiunge - è tutt'ora in corso. "L'attuale sindaco ancora oggi da ampia prova di essere rimasto in netta minoranza all'interno della sua stessa lista, poiché oltre al sottoscritto, risultano orami ben lontani dalla compagine politica di maggioranza anche gli ex assessori Luigi Colella e Maria Greco". Per Ingrosso, "un momento triste della politica di Sannicola mai vissuta sino ad ora.  Cosa dire se non che: la pagina politica di Sannicola con le sue luci e le sue ombre sarà raccontata nelle aule del Tribunale senza timore alcuno di esporre la verità, a testa alta come conviene a chi vive nel giusto e nella verità".

"Il clima che si respira nel nostro paese è tutt'altro che piacevole. La prossima campagna elettorale ci vedrà  protagonisti - conclude -, con l'obbiettivo di iniziare a parlare di sviluppo, di innovazione, di crescita socio economica di una cittadina ferma e paralizzata dalla crisi.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ubriaco in contromano, causa incidente con una vittima: conducente in arresto

  • Tallonano la Punto, poi il colpo di pistola per far scendere la vittima

  • Paura sulla statale: perde il controllo e si schianta contro guardrail e albero

  • Cade da un'altezza di dieci metri praticando il parkour: 16enne in gravi condizioni

  • Dalla perquisizione della vettura spunta la droga: coppia di fruttivendoli nei guai

  • Suv scorrazzano tra studenti e bagnanti. E si tenta di deviare lo sbocco a mare dell'Idume

Torna su
LeccePrima è in caricamento