Rifiuti in spiaggia e disinfestazioni: interventi previsti fino a settembre

Sono iniziate ieri le pulizie dell marine leccesi, ma anche in città. L'assessore Andrea Guido promette decine di interventi, fino al termine della stagione. L'appello ai cittadini: "Non sporcare le spiagge e differenziare il più possibile i rifiuti. Non vanificare gli sforzi fatti"

Pulizia

LECCE – Sono ripresi ieri il servizio di pulizia degli arenili del litorale del comune di Lecce e gli interventi di disinfestazione anti-larva e anti-alato, deblattizzazione, antipulci e anti-zecche sia in città sia nelle marine. Queste le priorità dell’assessorato alle Politiche ambientali del Comune di Lecce per la stagione estiva.

L’assessore Andrea Guido promette decine di interventi meccanizzati e manuali per le spiagge leccesi, a Torre Chianca, Frigole, Spiaggia Bella e Torre Rinalda. Si protrarranno fino a settembre. Nelle operazioni di ieri sono stati impegnati gli addetti della ditta Cento 18 Ambiente, aggiudicataria del servizio in qualità di vincitrice della gara espletata nelle scorse settimane. Il loro compito è stato quello di ripulire le spiagge da rifiuti di vario genere (in buona parte residui delle mareggiate degli ultimi mesi).

“Vogliamo che la città, le nostre spiagge e le nostre marine si presentino salubri e pulite affinché i nostri concittadini ma anche i turisti e i visitatori possano trovare un litorale decoroso e attraente", dichiara l’assessore all’Ambiente Andrea Guido, lanciando un appello a "non sporcare le spiagge e differenziare il più possibile i rifiuti ma, soprattutto, a dare una mano all’amministrazione comunale contribuendo con il proprio comportamento a non vanificare gli sforzi effettuati”.

“Si tratta di fare attenzione ai piccoli gesti quotidiani” – continua Guido – di non di trascurare piccole cose come la stecchetta di gelato o la cicca di sigaretta che, se insabbiate, ad esempio, con i loro tempi di biodegradabilità naturale, rimarranno nell’ambiente per moltissimi anni avvenire. Dobbiamo comprendere che questi piccoli comportamenti incivili, se moltiplicati per gli innumerevoli cittadini e turisti ‘distratti’, portano a considerevoli danni di carattere ecologico ambientale”.

“In queste ore – prosegue Guido – è stato dato il via anche alle disinfestazioni in città e nelle marine. Gli interventi, curati dalla ditta Bios da Galatina, aggiudicataria dell’appalto per la stagione in corso, si protrarranno fino a novembre inoltrato e riguarderanno, oltre la deblattizzazione, antipulci e anti-zecche, anche e soprattutto, le disinfestazione anti-larva e anti-alato. Già da qualche anno, infatti, la presenza delle zanzare, non più limitata alla sola stagione estiva – continua l’assessore comunale - rappresenta un fenomeno in recrudescenza, provocato essenzialmente dal cambiamento delle condizioni climatiche, da quella che gli esperti definiscono tropicalizzazione. Debellare la presenza delle zanzare a Lecce, quindi, è impossibile. Il problema c’è e rimarrà, si tratta solamente di lavorare d’anticipo per contenerlo il più possibile”. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ubriaco in contromano, causa incidente con una vittima: conducente in arresto

  • Cade da un'altezza di dieci metri praticando il parkour: 16enne in gravi condizioni

  • Paura sulla statale: perde il controllo e si schianta contro guardrail e albero

  • Suv scorrazzano tra studenti e bagnanti. E si tenta di deviare lo sbocco a mare dell'Idume

  • Dalla perquisizione della vettura spunta la droga: coppia di fruttivendoli nei guai

  • Agenzia funebre nel mirino: data alle fiamme da ignoti, del tutto distrutta

Torna su
LeccePrima è in caricamento