Legge anticorruzione "rivoluziona" gli ospedali: al via rotazione dei direttori disposta da Asl

Sarà applicata alle poltrone dei dirigenti ospedalieri la norma anticorruzione che investirà, via via, anche dipartimenti e distretti sanitari. Il commissario straordinario dell'Asl, Silvana Melli, ha disposto la rotazione delle cariche nelle aree a maggiore rischio di ingerenze

Gli uffici della Asl di Lecce

LECCE  - E’ delle ultime ore il primo atto del 2016 della nuova direttrice dell’azienda sanitaria leccese. Il commissario straordinario, Silvana Melli, ha infatti voluto dare corpo al “Piano triennale di prevenzione della corruzione” che la Asl aveva adottato fin dal 31 gennaio 2014, con la delibera n. 143. Il piano di riordino, di prossima adozione, prevede nella Asl leccese quattro poli ospedalieri a gestione diretta, con accorpamenti funzionali : il “Vito Fazzi” – San Cesario,  gli ospedali di Galatina-Copertino,  Casarano-Gallipoli  e Scorrano. La stessa delibera ha individuato le aree a maggiore rischio di corruzione: quelle ad affidamento di lavori, servizi e forniture e quelle relative alle attività di vigilanza, controllo e ispezione.

La direttrice Melli, così come si apprende da “Salute Salento” ha cominciato dall’Area gestione del patrimonio, un importante ufficio diretto da molti anni dalla dottoressa Annarita Dell’Anna, che andrà a ricoprire il posto di direttore amministrativo dell’ospedale “Vito Fazzi”- San Cesario, rivestito fino apo oc tempo addietro da Gustavo Pompucci, ora in pensione. Al polo ospedaliero Galatina-Copertino è stato assegnato l’avvocato Elio Spro, che lascia lla posizione ricoperta nell’ospedale di Scorrano.