Legge anticorruzione "rivoluziona" gli ospedali: al via rotazione dei direttori disposta da Asl

Sarà applicata alle poltrone dei dirigenti ospedalieri la norma anticorruzione che investirà, via via, anche dipartimenti e distretti sanitari. Il commissario straordinario dell'Asl, Silvana Melli, ha disposto la rotazione delle cariche nelle aree a maggiore rischio di ingerenze

Gli uffici della Asl di Lecce

LECCE  - E’ delle ultime ore il primo atto del 2016 della nuova direttrice dell’azienda sanitaria leccese. Il commissario straordinario, Silvana Melli, ha infatti voluto dare corpo al “Piano triennale di prevenzione della corruzione” che la Asl aveva adottato fin dal 31 gennaio 2014, con la delibera n. 143. Il piano di riordino, di prossima adozione, prevede nella Asl leccese quattro poli ospedalieri a gestione diretta, con accorpamenti funzionali : il “Vito Fazzi” – San Cesario,  gli ospedali di Galatina-Copertino,  Casarano-Gallipoli  e Scorrano. La stessa delibera ha individuato le aree a maggiore rischio di corruzione: quelle ad affidamento di lavori, servizi e forniture e quelle relative alle attività di vigilanza, controllo e ispezione.

La direttrice Melli, così come si apprende da “Salute Salento” ha cominciato dall’Area gestione del patrimonio, un importante ufficio diretto da molti anni dalla dottoressa Annarita Dell’Anna, che andrà a ricoprire il posto di direttore amministrativo dell’ospedale “Vito Fazzi”- San Cesario, rivestito fino apo oc tempo addietro da Gustavo Pompucci, ora in pensione. Al polo ospedaliero Galatina-Copertino è stato assegnato l’avvocato Elio Spro, che lascia lla posizione ricoperta nell’ospedale di Scorrano.

Il dottore Mauro Pascariello, attuale direttore amministrativo dell’ospedale di Galatina-Copertino andrà a dirigere l’Area gestione patrimonio, dove si occuperà delle gare e dei bandi dell’intera Asl. Infine la dottoressa Annamaria Paolini, oggi direttore amministrativo dell’ospedale Casarano-Gallipoli, viene assegnata all’amministrazione dell’ospedale “Veris Delli Ponti” di Scorrano, ma manterrà la direzione dell’ospedale Casarano-Gallipoli fino a nuove disposizioni. E’ previsto che tra gli stessi dirigenti ci sarà un periodo di affiancamento e scambio di esperienze. Stando al “calendario” della delibera, in un secondo momento sarà disposta la rotazione degli incarichi anche nel dipartimento di prevenzione, nei distretti socio-sanitari, nel servizio socio-sanitario,  nel servizio convenzioni, nel dipartimento di salute mentale, in quello di riabilitazione, e nel dipartimento delle dipendenze patologiche.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (9)

  • Nn siete credibili parlate di anticorruzione e poi mettete i più corrotti per visionare i corrotti. Poi con schittulli se i cittadini lo avessero voluto lo avrebbero votato caro emiliano.predicate bene e razzolate mazzette peggio di vendola e fitto messi insieme.

  • Caro Direttore, visto che ha lo spirito innovativo che non hanno avuto i suoi predecessori, perchè non prova a controllare la situazione lavorativa debitoria/creditoria di tutti i direttori e dirigenti e individuare chi ha diritto al premio di produzione in rapporto all'effettiva efficacia e l'efficienza? E dato che trattasi comunque di dipendenti pubblici perchè non rendere pubblico (altrochè privacy) il loro comportamento lavorativo nei confronti della P.A. ma sopratutto nei confronti dei cittadini quali veri destinatari della cosa pubblica? Queste categorie purtoppo, con la scusa della dirigenza, non vengono mai controllate da nessuno e Lei dovrebbe essere appunto il primo controllore........forse si chiuderebbero meno ospedali?............o sono per caso figli della gallina bianca??

  • Questo piano di riordino degli ospedali mi sembra irrazionale e profondamente ingiusto. Nella fattispecie non si comprende come queste rotazioni possano servire allo scopo, visto che in qualche caso si accentra il potere nelle mani di qualche singolo individuo, e per carità, non parlo per la persona ma per il metodo. Mai come in queste vicende il TAR sarà utile per chiarire alcuni aspetti incomprensibili e fuori da ogni logica di questo cervellotico riordino ospedaliero.

  • approvare la centrale unica di spesa no ehh? parlate di favole anticorruzione e poi il succo succo della spesa fatta da imbroglioni ve la tenete cara cara per poter ottenere la mazzetta o il viaggetto organizzato dalle imprese che comprano al tutto mille a un euro e le rivendono agli amici della asl a 20 euro. sapete tagliare solo dove anno da perdere i cittadini e lasciare integri i sistemi che vi arricchiscono.

  • Preoccupiamoci di vigilare sul personale lavativo, premiando le eccellenze e punendo quei personaggi che percepiscono comunque premi di produzione anche se nella loro vita lavorativa non fanno niente, anzi, rendono difficile ed invivibile gli ambienti di lavoro.

  • personaggi che escono dal portone e rientrano dalla finestra e le facce nuove?

  • Minestra riscaldata. Questi signori, per poter respirare aria pura, debbono essere trasferiti in altre regioni, incrociando così i direttori. Questo metodo dovrebbe riguardare tutta la pubblica Amministrazione a contratto di dipendenza, soprattutto per coloro che occupano posti " a rischio ", quali forze armate, corpi di polizia, sanità e quant'altro. La corruzione dilagante è anche figlia del mancato ricambio. Perchè per più di cinque anni non si può occupare una sedia scottante. Prima o dopo, conosciuti i meccanismi perversi degli appalti e quello che ti chiede " la politica " che ti ha fatto occupare proprio quella poltrona, finisci con lo sporcati le mani per collusione obbligata. Così non si va da nessuna parte. E' solo un maquillage acqua e sapone.

  • Era ora!!! Ma le rotazioni devono essere più frequenti e devono interessare anche Funzionari e Vice Dirigenti, nonché, impiegati di alcuni importanti Settori, in quei Settori dove circola molto denaro e si svolgono molte gare di appalto con forniture di beni e servizi.

  • In matematica la formula è : "Cambiano gli addendi ma il risultato non cambia"

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Rintracciati in 25 nei pressi della darsena: frattura per una bambina

  • Eventi

    Paura e memoria: il Salento terra dei migranti di ieri e di oggi. Intervista a Mario Perrotta

  • Cronaca

    Tentano di disfarsi della cocaina sulla statale: entrambi denunciati

  • Eventi

    Partita per la pace: atei, cristiani e musulmani scendono “in campo”

I più letti della settimana

  • Rifiuti mischiati nei carrellati. Monteco pronta a mandare gli informatori

  • Sezione di psichiatria in carcere, agenti già sul piede di guerra

  • Rifiuti, dagli evasori doppia beffa: non pagano e sporcano la città

  • Cantieri, marine, primarie ed elezioni. Intervista a Gaetano Messuti

  • Meno auto nelle vie del centro storico. Ztl e area pedonale anche ad ottobre

  • Diffamò sui social network il sindaco? Il gip dispone l'imputazione coatta

Torna su
LeccePrima è in caricamento