Legge Severino, annullata la sospensione. Abaterusso torna alla guida del Comune

Il Tribunale di Lecce ha disposto l’annullamento del decreto di sospensione emesso nel novembre scorso dalla prefettura per il sindaco di Patù, Gabriele Abaterusso, dopo la vicenda della condanna sul caso “Vereto”

Gabriele Abaterusso

PATU’ – Nel novembre scorso, a cinque mesi di distanza da una sentenza di condanna per l’accusa di bancarotta inflitta dalla Corte d’appello nell’ambito nel processo per il caso “Vereto” celebrato nuovamente dopo il precedente annullamento della Cassazione, il sindaco di Patù, Gabriele Abaterusso era stato sospeso dalla carica in applicazione della legge Severino. In queste ore il primo cittadino ha ottenuto invece il via libera per tornare a guidare le redini del suo Comune in seguito al pronunciamento del Tribunale di Lecce che con una recente sentenza ha annullato gli effetti della sospensione adottata dal ministero dell’Interno per il tramite della prefettura.

Gabriele Abaterusso è stato eletto in qualità di primo cittadino, con quasi il 70 per cento di consensi, nella tornata elettorale delle amministrative del 2016, a guida della lista civica “CentoPietre”. A due anni di distanza dalla nomina era stato condannato con l’accusa di bancarotta per distrazione dalla Corte d’appello di Lecce per il caso della “Vereto” di Morciano di Leuca, una lunga e complessa vicenda giudiziaria. Il processo era stato celebrato nuovamente, dopo il precedente annullamento con rinvio della Cassazione, in cui Abaterusso è stato assolto per due dei tre capi d’imputazione, ma non per quello relativo al ramo d’azienda. Trascorsi alcuni mesi da quel giudizio il sindaco di Patù è stato sospeso dalla sua carica in applicazione della Legge Severino. Provvedimento che l’esponente politico ha impugnato e che il giudice Vincenzo Brancato del Tribunale di Lecce, con la sentenza di queste ore, ha provveduto ad annullare. “Dopo mesi di dispiaceri e di battaglie finalmente giustizia è stata fatta" il commento del sindaco di Patù, "ho sempre ritenuto ingiusta la condanna e la conseguente sospensione per effetto della Legge Severino e oggi non posso nascondere la mia soddisfazione. Ringrazio gli avvocati che mi hanno difeso e le tantissime persone che, nonostante tutto, hanno continuato a credere in me non facendomi mai mancare vicinanza, sostegno, amicizia e tanto affetto. Ora finalmente si chiude un capitolo buio e se ne apre un altro. Andiamo avanti, dunque, più forti di prima”.

In questi ultimi sei mesi l’amministrazione comunale di Patù è stata guidata dal vicesindaco Pina Leo, esponete della lista civica di maggioranza, ed ora Gabriele Abaterusso potrà riprendere la sua poltrona di sindaco come annuncia anche il consigliere regionale e presidente del gruppo di LeU, Ernesto Abaterusso.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sommozzatore in un pozzo: all’interno i resti del piccolo Mauro?

  • Forestali, denunce a raffica. E sequestrate 98mila piantine di melograno

  • Violento schianto in centro, coinvolto il musicista Nando Popu

  • Mezzo chilo di droga, pistole e munizioni: in manette zio e nipote

  • La barca s'incaglia, i tre pescatori tornano a riva sfidando il mare gelido

  • Dove c'era il lido, ecco spuntoni e detriti: scattano di nuovo i sigilli

Torna su
LeccePrima è in caricamento