Manni: "Sul caso Asl la Poli Bortone fa autogol"

Il consigliere regionale di Rifondazione torna sul caso degli infermieri del "Fazzi", nominati per sei mesi capisala in assenza dei titolari, e bacchetta il sindaco: "Forse non conosce la legge?"

Sul caso dell'ospedale "Vito Fazzi", interviene il consigliere regionale di Rifondazione comunista Piero Manni. Che dopo le bacchettate della Poli alla Asl, bacchetta a sua volta il primo cittadino. "Al "Vito Fazzi" un certo numero di infermieri professionali vengono adibiti per sei mesi alla mansione superiore di capisala, in assenza di capisala titolari - scrive Manni, ricordando la vicenda - alla scadenza, vengono confermati ancora per sei mesi; alla seconda scadenza, non essendoci ancora i titolari, vengono sostituiti da altri infermieri professionali".

"Apriti cielo. La sindaca Poli - continua -, che non perde mai l'occasione di star zitta, accusa la dirigenza dell'Asl di creare caos nell'ospedale. Invece, la dirigenza dell'Asl ha agito correttamente e nel rispetto delle leggi; infatti, il decreto legislativo numero 165 del 2001, all'articolo 52 prevede che un dipendente pubblico ‘può essere adibito a mansioni proprie della qualifica immediatamente superiore nel caso di vacanza di posto in organico, per non più di sei mesi, prorogabili fino a dodici'".

"Qual è la ragione della legge? Evitare - spiega il consigliere di Rifondazione - che l'accesso alle mansioni superiori avvenga non per concorso, come è giusto, bensì con criteri clientelari: oggi ti nomino il dipendente amico ad una qualifica superiore, e poi continuo a confermarlo senza bandire il concorso, e poi alla fine una qualche sanatoria farà diventare il mio amico, dirigente titolare".

"La sindaca Poli ignora la legge? Non lo credo possibile, considerata la sua esperienza di legislatrice e di amministratrice; più semplicemente - prosegue, con una punta di sarcasmo -, lei è abituata a favorire gli amici e gli amici degli amici ignorando le leggi. Inoltre, in questo caso, cavalcando confusamente la protesta puntava anche al risultato di mettere in cattiva luce la dirigenza dell'Asl".
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Brava la sindaca - conclude Manni -, un ottimo voto in promozione della propria immagine: peccato che questa volta abbia fatto autogol".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente sul lavoro, muore a 35 anni schiacciato da una macchina saldatrice

  • Intervento di riduzione dello stomaco, muore in casa dopo un malore

  • Cinque tamponi positivi al Covid-19, due per residenti in provincia di Lecce

  • Tenta rapina nel market, ma il cassiere reagisce. Arrestato dopo la fuga

  • Spaccio di stupefacenti, armi e rapine, in 23 davanti al giudice

  • Operazione “San Silvestro”, droga dall’Albania, scattano nove arresti

Torna su
LeccePrima è in caricamento