Mario Camboa, un anno dopo. A Scorrano, due iniziative di commemorazione

A distanza di 365 giorni dalla triste e prematura scomparsa dell’avvocato e consigliere comunale, due semplici manifestazioni per ricordarlo: in serata, una messa a suffragio ed una partita amichevole allo stadio “Carlo Guarini”

SCORRANO - Un anno dopo. 365 giorni passati da quella mattina, in cui Mario Camboa, giovane consigliere comunale di Scorrano, è scomparso prematuramente, a causa di un ictus. Stava lavorando al computer, per preparare il proprio intervento da proporre all’interno dell’assise cittadina. Quarantaquattrenne, avvocato, uomo formatosi nella destra di popolo, la sua dolorosa vicenda ha scosso il mondo politico e la comunità locale, che continua a ricordarlo con affetto ancora oggi.

Già sette mesi fa, il Comune di Scorrano, gli ha voluto tributare l’intitolazione di una sala nel nuovo centro culturale, presso la chiesa degli Agostiniani. Ed il filo sottile della memoria, passa da alcune iniziative, per commemorare la ricorrenza e rendere omaggio a colui, che in molti ancora oggi raccontano come una persona onesta, leale, amato dalla gente per la sua passione politica e civile.

Nello specifico, questa sera, a Scorrano, è prevista presso il convento di San Francesco una celebrazione eucaristica in suffragio di Mario Camboa, alle ore 19. Alle 20, presso lo stadio comunale “Carlo Guarini” è lo sport protagonista con la partita amichevole di calcio, “Amici di Mario” vs “Avvocati Lecce”. Da giorni, intanto sulla pagina facebook dell’evento arrivano messaggi d’affetto nei suoi confronti o rivolti ai suoi familiari. Segno che, anche un anno dopo, in molti non lo hanno dimenticato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sete post-pizza? Ecco il perché e come ovviare al problema

  • Paura in pieno giorno: tre esplosioni in pochi secondi. Sventrata una casa, fermato proprietario

  • Sfida a 200 all'ora: banda di ladri inseguita per oltre 70 chilometri

  • Doppio blitz, armi nascoste e stupefacenti a chili: scattano le manette

  • “Salvato il soldato Paolo”, carabinieri salentini in prima linea nel trasferimento del generale

  • Scoppia una rissa, un 25enne ferito al setto nasale per aver chiamato la polizia

Torna su
LeccePrima è in caricamento