Megaparco commerciale: non si spengono le polemiche

A Galatina tiene ancora banco il caso del centro commerciale "saltato" dopo la sentenza del Consiglio di Stato. De Matteis (Fi) e Pepe (Udc) attaccano la Regione, il Comune e la Provincia

Il sindaco Antonica durante una recente manifestazione
I due capigruppo di opposizione, pur rispettando la decisione del tribunale amministrativo, condannano senza mezzi termini la gestione e l'azione politico amministrativa "quasi maniacale" degli Enti Pubblici "come la Regione di Vendola, ma soprattutto la Provincia dell'Avvocato-Presidente Pellegrino, che hanno voluto vergognosamente precludere, ancora una volta, una possibilità di crescita economica alla nostra città. In tutto ciò è responsabile anche il Comune con la sua attuale amministrazione di centro sinistra".

L'attuale situazione, per i due politici galatinesi, spiana la strada ad iniziative proposte sui territori limitrofi di Nardò, Galatone o Leverano, con "progetti in lista di attesa, già presentati da altre aziende private rappresentate e difese nei tribunali amministrativi dal noto studio legale leccese Pellegrino". In particolare, sul presidente della Provincia, il giudizio dei due capigruppo d'opposizione è molto duro: "Tenuto conto che l'Avvocato-Presidente Pellegrino non si è risparmiato in varie uscite pubbliche dal giudicare l'iniziativa Pantacom (la società leccese che ha presentato il progetto del parco commerciale, n.d.a.) una "schifezza"; da ultimo anche in una nota TV locale (LaTV), con una sceneggiata degna del miglior attore teatrale, si è spinto sino al punto di affermare, senza alcuna remora e decenza, non certo a titolo personale, ma come Presidente della Provincia di Lecce, che ha fatto e continuerà a fare, fino a quando sarà lui a capo della giunta provinciale, <> al Comune di Galatina". De Matteis e Pepe ritengono "inaccettabile" questo atteggiamento, tenendo conto del fatto che l'opinione pubblica sia ormai "cosciente del danno recato alla Città", e valutando che esista ancora "la possibilità di rimediare in parte al danno, provvedendo a riqualificare diversamente in tempi brevi l'area prevista come D7, e consentendo di concorrere a nuove iniziative simili".

Per questo, congiuntamente hanno presentato un'interrogazione al primo cittadino galatinese, Sandra Antonica, per chiedere principalmente che sia posta all'attenzione del Consiglio Comunale la questione della riqualificazione dell'area in questione, località Cascioni, per esprimere su di essa "un indirizzo politico amministrativo chiaro, nell'interesse della collettività". Inoltre i due politici chiedono che si agisca opportunamente, nel rispetto delle regole civili e democratiche, "contro chi, con atteggiamento statalista, utilizza la cosa pubblica in maniera impropria e dichiara di fare <> al nostro comune in una intervista pubblica".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Travolge grosso cane che attraversa la via e finisce su un muro: grave 21enne

  • Breve temporale, ma il fulmine si abbatte sulla casa: impianto elettrico fuori uso

  • Eroina, cocaina e marijuana: tre arresti, segnalati i due acquirenti

  • Quell'auto sospetta agganciata più volte. Ed è una sfida ad alta velocità

  • Salento in lutto per la perdita di Luigi Russo, protagonista di lotte per ambiente e diritti

  • Ruba offerte e collanina, poi urina sull’altare: denunciato dopo un controllo nel “compro oro”

Torna su
LeccePrima è in caricamento