Messuti incontra un gruppo di dipendenti Lupiae Servizi: "Con me al governo"

Presso la sede del movimento politico "L'Altra Italia" un confronto sul futuro della società partecipata con il candidato alle primarie del centrodestra

Gaetano Messuti.

LECCE - Nel percorso di avvicinamento alla primarie del centodestra, in programma il 17 marzo, i candidati hanno iniziato a fare le loro mosse. E se quello della Lega, Mario Spagnolo, deve essere ancora annunciato ufficialmente - lo sarà venerdì 1 marzo - Saverio Conegdo e Gaetano Messuti sono in piena attività.

Nel pomeriggio di oggi, presso la sede de L'Altra Italia, Messuti ha incontrato i simpatizzanti del movimento, tra i quali alcuni lavoratori della Lupiae Servizi, la partecipata del Comune di Lecce che è stata oggetto di un duro contenzioso politico tra l'amministrazione Salvemini e l'opposizione di centrodestra che gli ha rimproverato di voler "liquidare" la società con intento punitivo. L'ex sindaco si è dimesso, privo di maggioranza, dopo aver ottenuto l'approvazione di alcuni provvedimenti: tra questi il rinnovo delle convenzioni tra Comune e Lupiae per i prossimi anni, una volta ottenuto il via libera alla trasformazione del contratto dei dipendenti da "commercio" a "multiservizi". L'obiettivo era quello di una maggiore sostenibilità economica per un'azienda che negli anni è costata alle casse comunali decine di milioni di euro di perdite 

L'Altra Italia è un movimento politico a tutti gli effetti, come rivendicato in una nota dopo la presentazione delle liste a sostegno di Messuti, domenica scorsa: "Non siamo una lista civica e non siamo espressione della Lupiae servizi, anche se siamo felicissimi di essere diventati il punto di riferimento di tutti i lavoratori della stessa partecipata leccese. Noi siamo un movimento di destra nazional - rivoluzionaria, nazional - popolare e sociale, ci rifacciamo ai temi della destra storica, la destra vera, la destra del coraggio. Non abbiamo nulla da imparare dal civismo leccese o dal civismo nazionale, noi ci mettiamo la faccia perché coerenti con quelle che sono le nostre idee".

La convocazione tra i lavoratori è giunta via sms: "La riunione - ci si è premurati di precisare - è solo ed esclusivamente per confrontarci serenamente riguardo il futuro della nostra azienda". Durante l'incontro Messuti ha assicurato, nel caso diventasse sindaco, l'inserimento di un esponente della partecipata nel governo cittadino.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Agguato in autostrada ai tifosi del Lecce: un mezzo dato alle fiamme

  • Fuoristrada sospetto: nel doppiofondo della barca mezza tonnellata di droga dall’Albania

  • Psicosi da Covid-19: falso allarme, ma treno bloccato in stazione a Lecce

  • Malore alla guida, schianto sullo spartitraffico: 25enne in codice rosso

  • Due sinistri di ritorno dal mare: un uomo deceduto, l’altro gravemente ferito

  • Vende l’auto a una donna, poi pretende altri soldi: militari gli tendono un tranello

Torna su
LeccePrima è in caricamento