Primarie, Messuti manda l'avviso: "Se accetto, è per vincere"

L'ultimo vice sindaco della giunta Perrone si è da tempo costruito un contesto civico, orientato sempre nel centrodestra. Ora che il suo nome è stato fatto da Forza Italia, si dice sorpreso ma anche onorato

Gaetano Messuti nel primo consiglio tra i banchi dell'opposizione.

LECCE – Gaetano Messuti si è preso qualche giorno di tempo: partecipare alle primarie presuppone la volontà di competere per la vittoria e non di limitarsi a una testimonianza. Ecco perché l’ex assessore della giunta Perrone e consigliere comunale di opposizione alla giunta Salvemini sta pesando con attenzione apprezzamenti e attestazioni di stima. Questione di ore anche per l’annuncio della candidatura di Erio Congedo, consigliere regionale, esponente storico della destra leccese e da ultimo candidato alle politiche con Fratelli d’Italia, di cui è coordinatore in Puglia.

Forza Italia, ancora frastornata dall'impasse legata alla vicenda Poli Bortone (che potrebbe essere la candidata di un blocco di destra autonomo), ha indicato Messuti come un candidato meritevole di sostegno. Messuti ha lasciato Direzione Italia nell’estate del 2017, dopo la sconfitta del centrodestra al ballottaggio e da allora si è iscritto al gruppo misto costruendo attorno a sé un contesto civico separato dalle dinamiche di partito, ma comunque orientato verso il centrodestra.

“Non posso che apprezzare e sentirmi onorato dalla posizione assunta da Forza Italia – ha commentato oggi il diretto interessato -: aprire al civismo guardando ad una forma di politica-civica non può che essere la chiave di volta di un unico percorso di reale cambiamento. Allo stesso tempo accolgo con sorpresa l’appello fatto dal partito azzurro proprio a me in un momento in cui avevo maturato l’idea di non correre in prima persona ma di mettermi accanto alla formazione di un importante blocco civico al quale stavo da tempo lavorando”.

"Detto ciò - ha proseguito l'avvocato - credo sia opportuno prendermi qualche giorno di riflessione per portare a compimento questo processo di valutazione. Affrontare una sfida come quella propostami da Forza Italia vuol dire mettermi in gioco con una totalità di progetti e prospettive poiché scendere in campo per abbracciare una competizione del genere, vuol dire farlo con la ferma volontà di vincere e non di partecipare”.

Potrebbe interessarti

  • Balneazione, un pericolo da non sottovalutare: le correnti di risacca

  • Danneggiata l'edicola votiva della “Pietà” nel centro storico di Lecce

  • Pannelli fotovoltaici: come funzionano e i vantaggi

  • Codacons: tariffe telefoniche in grave aumento

I più letti della settimana

  • Infarto per una bimba di 1 anno. Anche un bagnante rischia malore davanti alla scena

  • Violento impatto fra un'Audi e uno scooter: muore il centauro

  • Bambino pesca un osso in mare. E si scopre essere una tibia umana

  • Un tuffo dall’alta scogliera: lesioni cervicali per un 16enne

  • Lei sul materassino spinto al largo, lui rischia di affogare per salvarla

  • Ricercato in Francia ma nel Salento per vacanza in Porsche: polizia lo aspetta all’uscita dall’acqua

Torna su
LeccePrima è in caricamento