Nella casella postale di un avvocato bomba carta e una lettera di minacce

E' successo a Morciano. Il legale ha segnalato nei giorni scorsi presunte irregolarità in una lista. La solidarietà del sindaco

Foto di repertorio.

MORCIANO DI LEUCA –“L’amministrazione comunale di Morciano di Leuca esprime ferma condanna e profondo sdegno per quanto accaduto nella giornata di sabato 4 maggio e riportato dai mezzi di informazione in data odierna. Fiduciosi che le autorità competenti e inquirenti tutte sapranno operare con la solita solerzia e fare rapidamente luce su tale accadimento, rinnoviamo loro, nell'interesse della nostra comunità, la massima disponibilità e collaborazione per giungere ad una rapida soluzione e riportare un clima sereno nel nostro paese, garantendo, come sempre, la massima trasparenza e l'accessibilità agli atti dell'ente”.

Con una nota del sindaco Luca Durante, arriva una presa di posizione circa la vicenda, narrata oggi in esclusiva sulle colonne dell’edizione cartacea de “La Gazzetta del Mezzogiorno”, di una lettera minatoria e un ordigno artigianale (di potenziale basso) recapitati ieri mattina nella buca delle lettere dell’avvocato Francesco Ottobre.

Anche a Morciano è in atto la campagna elettorale e il legale, va detto, nei giorni scorsi ha presentato un esposto al prefetto, Maria Teresa Cucinotta, segnalando dubbi su una delle liste, che potrebbe essere una lista “civetta”, presentata per evitare la soglia del quorum. Ieri mattina, dunque, l’avvocato ha trovato nella cassetta della posta una missiva, composta da lettere ritagliate da riviste e incollate su un foglio a quadretti strappato da un quaderno, per comporre la scritta “fatti i cazzi tuoi hai due figli”, più l’ordigno artigianale, confezionato con carta e nastro adesivo, che conteneva un modico quantitativo di polvere pirica. Sul posto, per le indagini, i carabinieri.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In queste ore è arrivato anche un altro attestato di solidarietà. Proviene daa lista civica Avanti uniti per Morciano. Il candidato sindaco Lorenzo Ricchiuti, a proposito della vicenda, esprime "totale sdegno". "Episodi come questi, scoraggiano e gettano nello sgomento chi li subisce e mortificano il vivere civile della nostra comunità continuando a resistere contro qualsivoglia forma di violenza. Auspichiamo che gli inquirenti facciano il più presto luce sulla vicenda e che i colpevoli siano consegnati alla giustizia", conclude Ricchiuti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Choc a Calimera: medico di base colpisce con calci e pugni un 87enne

  • Nel Salento 54 casi nei due ultimi giorni. Nessuno attribuito capoluogo

  • “Il mostro è arrivato dentro casa”: La Fontanella, sono 31 i contagiati

  • Doppia tragedia: 70enne si lancia nel vuoto. Una donna cade durante le pulizie

  • Alla vista degli agenti, si “rifugia” in mare con la bici: multa al ciclista nuotatore

  • Epidemia da Covid-19: cinque decessi in provincia di Lecce, 18 nuovi casi

Torna su
LeccePrima è in caricamento