Presicce nello sgomento: muore giovane assessore per il dilagare di una setticemia

Francesco Cantoro è spirato la scorsa notte a Bari, dove era stato trasportato d'urgenza dal "Cardinale Panico" di Tricase per l'aggravarsi della sue condizioni. Nel periodo di Natale i primi dolori ad una gamba. Proclamato il lutto cittadino

Francesco Cantoro.

PRESICCE – Un destino beffardo ha travolto, in una settimana, le speranze e le ambizioni di un giovane e benvoluto amministratore, lasciando nello sgomento un’intera comunità.

Presicce piange l’improvvisa scomparsa di Francesco Cantoro, assessore all’Urbanistica. L’uomo, appena 36enne, è spirato questa notte a Bari dove era stato ricoverato d’urgenza nella speranza che si trovasse un modo di arginare la setticemia che, partita da una gamba, stava intaccando altre parti e organi.

Era stato ricoverato il 31 dicembre al Cardinale Panico di Tricase, dove già si era recato a cavallo di Natale in seguito ai primi dolori all’arto. Nel policlinico del capoluogo di regione è stato trasportato quando, diagnosticata una fascite necrotizzante, l’infezione andava rapidamente e inesorabilmente minando la resistenza del giovane amministratore: nemmeno l’ossigenoterapia ha invertito il corso degli eventi.

Cresciuto nella destra salentina, Cantoro svolgeva la professione di avvocato ed era molto apprezzato dai suoi concittadini per la sua generosità. Lascia i genitori, una sorella e la fidanzata che aveva in animo di sposare presto. I funerali si svolgeranno domani, venerdì, alle ore 15 presso la Chiesa Madre di Presicce, dove il sindaco Riccardo Monsellato ha proclamato il lutto cittadino.

Commosso il ricordo del consigliere regionale Saverio Congedo, cui il 36enne era molto vicino: “Francesco era un ragazzo sincero, onesto, generoso, veramente una bellissima persona; un politico capace e coerente che credeva in quello che faceva; un amministratore locale onesto e impegnato per la sua terra e per la sua gente. Per me per tanti come me era soprattutto un grande, leale, fraterno amico. Francesco ci lascia un ricordo bello e indelebile che la morte non potrà cancellare. Ora è il momento del dolore, poi verrà quello della chiarezza”.

Anche Adriana Poli Bortone ha voluto far sentire la propria vicinanza alla famiglia: “E’ stato sempre fedele ai suoi valori e ideali di destra, sin da ragazzo ha sempre manifestato la sua  vocazione verso gli interessi dell’intera comunità, partecipando attivamente alla vita politica. Siamo vicini alla famiglia e a tutti gli amici di Francesco Cantoro, che ci lascia per una tragica fatalità.

Affranto anche lo stato d'animo della consigliera provinciale, Simona Manca: "Francesco era un amico con cui ho condiviso battaglie politiche importanti, la quotidianità della vita di partito, piacevoli ore a parlare sempre e solo di politica, grandissime gioie e lacrime amare, ma soprattutto principi ed ideali oltre il tempo e le persone. Lui se ne va, ma rimangono i frutti del suo impegno come amministratore della sua amata Presicce, e i suoi ideali, che devono continuare ad essere la bussola di chi ama incondizionatamente la politica, e farci andare avanti con il suo ricordo nel cuore".
 

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (4)

  • Mo però lasciamo in pace i dottori

  • Giù siamo nelle mani di Cristo per quanto riguarda la sanità. Bisogna avere la fortuna di non ammalarsi mai altrimenti sei fregato come sto povero ragazzo. Nemmeno uno Streptococco sono riusciti ad evidenziare !

  • E' un fatto gravissimo! Fare luce immediatamente!

  • Assurdo!!! Setticemia, dovuta a cosa? Ovviamente, sono vicino ai familiari per questa perdita, ma credo che occorra fare luce sull'accaduto.

Notizie di oggi

  • Sport

    Il Lecce vince 3 a 0 a Messina e si rilancia: doppietta di Caturano

  • Cronaca

    Molestato dal suo ex, un incubo finito con l'arrivo di una volante

  • Cronaca

    Truffa e infedele patrocino, chiesti otto anni per l'ex avvocato Cardigliano

  • Cronaca

    "Spaccate" seriali, alla sbarra finisce la banda delle slot incubo dei bar

I più letti della settimana

  • Referendum, la vittoria del "no" travolge Renzi. Alta l'affluenza al voto

  • Dilaga la psicosi delle matite. Il ministero rassicura: "Indelebili sulle schede"

  • “Che aria tira nel Salento?”: esperti a confronto su emissioni inquinanti

  • “Primarie impossibili a Lecce”: il passo indietro di Sergio Blasi

  • Prima unione civile anche a Nardò. Mellone sancisce il “si” tra due giovani

  • Abaterusso esulta contro gli "pseudo dirigenti". Fitto: " Primarie subito"

Torna su
LeccePrima è in caricamento