Nardò a misura di turista, lo Iat punta sul digitale in vista della nuova stagione

Comune e info point di piazza Salandra hanno presentato le novità dei servizi di accoglienza e informazione per i visitatori

NARDO’ – Informazione più puntuale e dettagliata e accoglienza turistica al passo con i tempi per promuovere la crescita territoriale della città e degli attrattori culturali e naturalistici di Nardò. Nuovi strumenti, nuove tecnologie e nuovi servizi saranno da subito a disposizione del sistema di accoglienza turistica che vuole rinnovare e rafforzare la propria capacità di ricevere, informare e orientare i turisti ai nastri di partenza della nuova stagione. Un sistema in cui è centrale la sezione Iat (che si rinnova e punta al digitale con un sito web, un’app e l’immagine coordinata) che ha sede nel sedile di piazza Salandra ed è gestito da Turismo d’autore, ma di cui fanno parte i musei e tutti gli altri attrattori del territorio. Tutte le novità sono state illustrate nell’ultimo week end nel corso di un incontro che si è tenuto presso La Vetrina del Gusto di piazza Salandra.

“La nuova stagione comincerà sostanzialmente con le giornate Fai di primavera del 24 e 25 marzo e con il successivo week end di Pasqua” spiega l’assessore al Turismo, Giulia Puglia, recentemente impegnata anche nella fiera di Berlino,”e vogliamo rispondere a una domanda crescente di accoglienza e informazione con un servizio efficace e moderno, che ci consenta di stare a pieno titolo nella rete regionale dell’accoglienza e di allinearci a realtà turistiche blasonate e al passo con i tempi. Tutti i visitatori ormai vogliono risposte con un click e la bontà della complessiva esperienza di viaggio dipende anche da questo”.

Una delle novità più importanti del sistema di accoglienza 2.0, illustrata nei particolari, è rappresentata dal portale web turistico “Visit Nardò”, disponibile anche come app per smartphone e tablet, che racchiude una mappa degli attrattori turistici, un sistema di ricerca per punti di interesse, gli itinerari e una bacheca virtuale con gli eventi, in grado di “accompagnare” e arricchire la permanenza del turista sul territorio neretino. L’altra novità particolarmente significativa è il modulo digitale di rilevazione dei flussi a disposizione di tutti gli operatori dell’accoglienza. La rilevazione dei flussi è uno degli elementi chiave del sistema, perché permette di pianificare le strategie territoriali per il turismo e di programmare le attività di marketing e di comunicazione turistica a livello locale. La rilevazione consente di acquisire e gestire i dati sugli arrivi e le presenze, analizzare e monitorare i flussi, elaborare report, esportare i dati per ulteriori analisi e integrarsi con la rete di osservatori regionali e nazionali.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ad integrare tale sistema di accoglienza e rilevazione turistica anche Il progetto-pilota Wayto. Di cosa si tratta? Il turista che entra nella sede Iat o in un info-point, tramite tecnologia wayto, accede alla piattaforma online e con una veloce iscrizione usufruisce della rete wi-fi gratuita. I dati raccolti tramite l’hotspot wi-fi, utili alla profilazione dell’utente, verranno analizzati dall’osservatorio del Turismo di Pugliapromozione per migliorare l’esperienza dello stesso utente e il turista potrà ricevere, mediante app, anche informazioni h24 sulla fruibilità del territorio. In linea con l’esigenza di una immagine coordinata, e quindi della massima riconoscibilità di chi opera nel settore, infine, lo Iat di Nardò opererà, a partire dalla imminente stagione turistica, con un’unica linea grafica nei propri servizi all’utenza, cioè  con un tesserino nominativo per gli operatori, una t-shirt, e logo identificativo.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Choc a Calimera: medico di base colpisce con calci e pugni un 87enne

  • "Assalto" all'ipermercato per le offerte pasquali: assembramenti, arrivano i carabinieri

  • Coronavirus, muore 40enne positivo. Stretta su Pasqua e Pasquetta: “Nessuna gita consentita”

  • Epidemia da Covid-19: cinque decessi in provincia di Lecce, 18 nuovi casi

  • Incendiano l’auto di un 33enne: ma le videocamere immortalano la scena

  • Il passo del contagio ancora lento, ma in provincia di Lecce tre decessi

Torna su
LeccePrima è in caricamento