Ocean Viking attracca a Taranto. Congedo: "Blocco navale in partenza"

La nave di Sos Mediterranee e Medici senza frontiere aveva a bordo 176 migranti, di cui 32 minori. Sul molo, intanto, due visioni politiche distanti

Erio Congedo e, poco distante, la Ocean Viking.

LECCE – L’arrivo nel porto di Taranto della Ocean Viking, la nave di Sos Mediterranee e Medici senza frontiere con a bordo 176 persone di cui 32 minori, è stato accompagnato da una parte dalle operazioni del sistema di accoglienza e assistenza predisposto dalla prefettura, dall’altra dalla presenza di due diverse e contrapposte visioni delle politiche migratorie: quella della giunta di Taranto, presente con un buon numero di assessori sul molo San Cataldo, dei sindacati e delle associazioni che hanno testimoniato la loro solidarietà; l’altra rappresentata da esponenti del centrodestra che hanno ribadito la loro netta opposizione a quella che definiscono “la politica dei porti aperti”.

C’erano alcuni parlamentari della Lega. “Solo nel mese di settembre – aveva scritto già ieri il senatore leccese Roberto Marti preannunciando la presenza della pattuglia del Carroccio -, il numero degli sbarchi voluti dal governo Pd-M5S ha superato quello degli ultimi 8 mesi, quando Matteo Salvini era ministro dell'Interno. Conte vorrebbe trasformare Taranto nella nuova Lampedusa ed Emiliano tace, ma noi non staremo in silenzio”.

A Taranto vi era anche una delegazione di Fratelli d’Italia, guidata dal coordinatore regionale, Erico Congedo, anch’egli leccese. Dopo aver precisato di non voler mettere in discussione i valori della solidarietà, dell’accoglienza, della cooperazione internazionale, ha sottolineato la posizione politica del suo partito: “Le nostre frontiere, già malandate, non possono sopportare un'immigrazione incontrollata, indiscriminata, pericolosa, carente di misure per un'integrazione dignitosa. Per Fratelli d'Italia la soluzione resta una soltanto: blocco navale sulle coste dei Paesi di partenza, a cominciare dalla Libia”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sete post-pizza? Ecco il perché e come ovviare al problema

  • Paura in pieno giorno: tre esplosioni in pochi secondi. Sventrata una casa, fermato proprietario

  • Sfida a 200 all'ora: banda di ladri inseguita per oltre 70 chilometri

  • Doppio blitz, armi nascoste e stupefacenti a chili: scattano le manette

  • “Salvato il soldato Paolo”, carabinieri salentini in prima linea nel trasferimento del generale

  • Morì dopo lo scontro con un camion: due condanne

Torna su
LeccePrima è in caricamento