Palazzo Carafa: è scontro sui lidi per disabili

Dopo gli attacchi di Perrone a Rotundo ("fotocopia i nostri progetti"), sul caso torna Valeria Dell'Anna: "L'amministrazione è da sempre inadempiente, i suoi progetti sono solo sulla carta"

palazzo carafa_14
Scontro aperto fra centrodestra e centrosinistra. Tanto per non cambiare registro. Solo che questa volta, il terreno del confronto è particolare, e riguarda un tema molto sentito: i disabili. Meglio, i lidi per disabili, una delle principali pecche italiane: non esistono, al momento, stabilimenti realmente innovativi sotto questo profilo. Né qui, né in altri posti della penisola. Ecco, allora, che nei giorni scorsi Antonio Rotundo, candidato sindaco dell'Unione, ha espresso pieno appoggio, qualora dovesse essere eletto primo cittadino, ad un progetto del Caba (Comitato abbattimento barriere architettoniche) da inaugurare a San Cataldo, riguardante la costruzione di un lido dotato di attrezzature particolari. In primis passerelle in grado di condurre i disabili direttamente a mare. L'articolo completo si può trovare qui: http://www.lecceprima.it/articolo.asp?articolo=653

Nei giorni immediatamente successivi, ecco arrivare la risposta del centrodestra, direttamente per bocca di Paolo Perrone, attuale vicesindaco e pronto alla scalata ai vertici di Palazzo Carafa: "Rotundo ci fotocopia i progetti. Quello dei lidi per i portatori di disabilità (da realizzare sempre a San Cataldo), "già programmato da questa amministrazione, con delibera del novembre 2006, e inserito con progetto esecutivo nel bilancio di previsione 2007 […]sarà realizzato nell'estate del 2008". Per l'articolo completo, clicccare qui: http://www.lecceprima.it/articolo.asp?articolo=718

Oggi, infine, la contro-replica del centrosinistra. A parlare è Valeria Dell'Anna, Democratici di sinistra: "Abbiamo assistito, in questi giorni, alla rivendicazione di paternità da parte del candidato sindaco della Cdl, Paolo Perrone, dell'idea di realizzare sul litorale leccese un lido attrezzato per i cittadini diversamente abili e per le loro famiglie".

"E' singolare che chi ha amministrato la città per 9 anni consideri "fotocopiatura" le proposte progettuali di chi si candida a farlo e magicamente sfoderi in campagna elettorale idee e progetti che per due legislature ha tenuto nel cassetto", dice ancora Dell'Anna. Che prosegue: "E' ancora più singolare che tutto ciò provenga da un'amministrazione inadempiente rispetto alle minime prescrizioni normative in materia di accesso alle spiagge da parte dei diversamente abili: ogni anno la Regione Puglia emette un'ordinanza che disciplina l'esercizio dell'attività balneare e l'uso del demanio marittimo che nei tratti di spiaggia libera pone a carico dei Comuni rivieraschi ‘l'obbligo di garantire l'accesso al mare da parte di soggetti diversamente abili mediante la predisposizione di idonei percorsi, con apposite pedane mobili, perpendicolari alla battigia'".
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Segnaliamo tutto ciò - conclude Valeria Dell'Anna - nella speranza che l'amministrazione uscente, oltre a promettere stabilimenti balneari ancora disegnati, adempia ai suoi obblighi e predisponga quanto necessario a garantire semplicemente il rispetto di un diritto: pari opportunità di accesso alle risorse pubbliche per tutti i cittadini".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ritrovato senza vita il corpo del sub: si era immerso per una battuta di pesca

  • Con una molletta da bucato si "liberava" della droga: scoperto e arrestato

  • Giovane leccese aggredisce a pugni e manda in ospedale militare barese

  • Non solo Covid, pronto soccorso preso d’assalto. Medici e infermieri stremati

  • Torna l’allerta meteo nel Salento: per 24 ore attesi temporali e grandinate

  • Orrore in casa: tenta di dare fuoco alla moglie con liquido infiammabile

Torna su
LeccePrima è in caricamento