Pankiewicz: "Il centrodestra? Politica da supermarket"

Il candidato sindaco del Centro moderato attacca Perrone ed i suoi alleati. "Stanno trasformando la politica in un grande supermercato delle poltrone". Ed è polemica con i candidati transfughi

Quel pasticciaccio brutto del cambio di sponde. "Il candidato sindaco Paolo Perrone e il suo centrodestra hanno trasformato la politica cittadina in un grande supermarket delle poltrone", attacca Wojtek Pankiewicz, candidato alla guida del Centro moderato. Che dice: "Chi salta da una parte, chi dall'altra. Chi chiede un assessorato, chi una presidenza di quartiere, chi un posto in un Consiglio di amministrazione. Il tutto senza un benché minimo slancio politico, ideale o culturale".

Al centro della diatriba, la vicenda dei due consiglieri uscenti Fiorino Greco e Franco De Matteis, i quali, ricorda Pankiewicz "si erano schierati con me spontaneamente e liberamente, com'è noto, perché si dicevano profondamente delusi dal centrodestra. Probabilmente avevano altri fini. Lascio ai carissimi concittadini leccesi ogni commento. Comunque, la Democrazia cristiana sarà compatta al mio fianco con una forte lista, guidata dal dottor Maurizio Scardia, consigliere comunale in carica, persona di alto profilo morale e politico".

Greco e De Matteis, entrambi medici, dopo aver aderito alla lista di Pankiewicz, hanno deciso nei giorni scorsi di fare dietrofront e proseguire l'esperienza cominciata nel centrodestra (vedere il seguente link: http://www.lecceprima.it/articolo.asp?articolo=960).

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ubriaco in contromano, causa incidente con una vittima: conducente in arresto

  • Cade da un'altezza di dieci metri praticando il parkour: 16enne in gravi condizioni

  • Paura sulla statale: perde il controllo e si schianta contro guardrail e albero

  • Suv scorrazzano tra studenti e bagnanti. E si tenta di deviare lo sbocco a mare dell'Idume

  • Dalla perquisizione della vettura spunta la droga: coppia di fruttivendoli nei guai

  • Agenzia funebre nel mirino: data alle fiamme da ignoti, del tutto distrutta

Torna su
LeccePrima è in caricamento