Parcheggio gratis per i residenti del centro storico senza entrare nella Ztl

La Giunta di Lecce ha approvato l’equiparazione dei residenti dell'intera Zona a traffico limitato a quelli delle zone tariffate

Passeggio nel centro storico, nei pressi di Palazzo Carafa.

LECCE - Parcheggio gratuito per tutti i residenti del centro storico. La Giunta comunale di Lecce, com’era già nell’aria, ha infatti approvato l’equiparazione dei residenti dell'intera Zona a traffico limitato a quelli delle zone tariffate, ai quali è consentito parcheggiare gratis nelle vie vicine alla propria abitazione.

Il centro storico è stato così mappato e suddiviso in sette zone. Queste corrispondono ad altrettante aree tariffate di pertinenza, nelle quali il residente della Ztl potrà ottenere un permesso gratuito per la sosta.

Il provvedimento della Giunta del sindaco Carlo Salvemini ha due scopi principali: consentire da un lato una maggiore comodità di parcheggio per quanti risiedono nel centro storico, senza necessariamente entrare nella Ztl, e ridurre, dall’altro, la pressione delle automobili in piazzette e vie di importante valore storico, artistico e architettonico.

Così facendo, si dovrebbero valorizzare diversi angoli particolarmente belli del borgo antico, ma troppo spesso soffocati da un carico di autovetture giudicato eccessivo.

Anche per i residenti del centro storico, dunque, come per il resto dei cittadini che abitano nelle aree tariffate, varrà quanto previsto dall'articolo 1.7 del regolamento per la gestione del servizio della sosta tariffata.

Zonizzazione centro storico

Il regolamento, a tale proposito, recita:“Ai cittadini residenti nelle zone assoggettate al pagamento della sosta (residenza solo all’interno della zona a pagamento), che non siano possessori di box auto e siano regolarmente iscritti nei registri dell’anagrafe del Comune di Lecce, viene concesso il rilascio di un permesso gratuito per la sosta di una sola autovettura per ogni unità abitativa. Il permesso potrà essere rilasciato a favore di specifica autovettura di proprietà o in locazione finanziaria (leasing) o comodato registrato , con indicazione della targa indicata nella domanda presentata per la singola unità abitativa”.

“Oggi – spiega il sindaco Salvemini - semplicemente estendiamo a tutti i residenti del centro storico un diritto che finora era stato garantito solo a pochi di loro e facciamo un primo passo verso la ulteriore valorizzazione e la vivibilità di un'area della città che crediamo abbia ancora molte potenzialità da esprimere”.

“Da una ricognizione del Settore mobilità, nel centro storico della città tra piazze e vie storiche possono essere censiti circa mille posti auto, a fronte dei più di 3mila pass in vigore nel 2017. Sono numeri – aggiunge - che ci fanno comprendere il grado di eccessiva pressione che quest'area sopporta ogni giorno, nonostante sia già una Ztl. E che sono all'origine delle tante e pressanti voci che negli anni si sono levate contro l'affollamento di automobili nel centro storico”.

MoviMenti replica con sarcasmo

MoviMenti, l'associazione a supporto di Mauro Giliberti, risponde con sarcasmo alla risoluzione approvata dalla Giunta. "Risiedi nel centro storico e non hai un garage?  In famiglia hai bambini piccoli o persone anziane non autosufficienti?  L’amministrazione comunale ha finalmente risolto il problema della sicurezza: rimani in casa e non avrai problemi". Inizia così una breve nota stampa che demolisce la decisione, partendo da un altro punto di vista, quello della sicurezza del centro. 

"Da qualche mese infatti - prosegue la nota - i cittadini che risiedono nella zona a traffico limitato del centro storico, rientrando a casa, non sono più costretti ad assistere ad episodi di microcriminalità: spaccio, risse, schiamazzi, vicoli utilizzati come orinatoi. Questo perché, non avendo più la possibilità di parcheggiare la propria auto nelle immediate vicinanze dell’abitazione, semplicemente non escono". 

"La soluzione approvata oggi in giunta? Fornire a queste famiglie il permesso gratuito per sostare negli stalli blu fuori dal centro storico. Purtroppo - prosegue MoviMenti - per raggiungere gli stalli gratuiti è necessario percorrere centinaia di metri e, soprattutto, i parcheggi sono spesso occupati proprio da chi abita in prossimità degli stessi.  La pedonalizzazione di tutta questa area del centro storico crea immensi disagi ai residenti, che, magari, hanno investito il lavoro di tutta una vita in quegli immobili". 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Il governo cittadino - conclude l'associazione -, oggi guidato da scelte che appaiono esclusivamente ideologiche, lasci il passo ad un insieme di scelte ponderate, programmate e razionali che possano perseguire il bene comune di tutti i leccesi senza trasformarli in cittadini di serie A e serie B".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente sul lavoro, muore a 35 anni schiacciato da una macchina saldatrice

  • Intervento di riduzione dello stomaco, muore in casa dopo un malore

  • Cinque tamponi positivi al Covid-19, due per residenti in provincia di Lecce

  • Tenta rapina nel market, ma il cassiere reagisce. Arrestato dopo la fuga

  • Spaccio di stupefacenti, armi e rapine, in 23 davanti al giudice

  • Operazione “San Silvestro”, droga dall’Albania, scattano nove arresti

Torna su
LeccePrima è in caricamento