Xylella, parlamentari Pd incontrano Silletti e coordinatrice della ricerca: “Rivedere indennizzi”

I deputati Salvatore Capone ed Elisa Mariano hanno incontrato Marina Barba. La ricercatrice coordina la ricerca triennale sulla Xylella, con risorse fino a 4 milioni di euro. Subito dopo, l’audizione in Commissione agricoltura, dove sono state proposte misure tra cui la revisione dei confini dell’area colpita, e un maggiore sostegno a vivaisti, agricoltori e sindaci dei comuni coinvolti

Foto di archivio

LECCE  - I deputati democratici Salvatore Capone ed Elisa Mariano, prima dell’audizione in Commissione agricoltura del commissario Silletti, hanno incontrato questa mattina Marina Barba, coordinatrice del progetto di ricerca nazionale sulla Xylella che verrà approvato entro la fine di quest’anno.  Al centro delle proposte presentate dai parlamentari, la revisione dei confini della zona infetta, strategie per il futuro e coordinamento di tutti i centri di ricerca: questo il “piano” di intervento dei due deputati per restare accanto ai sindaci colpiti e, soprattutto, agli agricoltori. Oltre all’obbiettivo di rivedere gli indennizzi previsti fino ad ora, a tutela anche della categoria dei vivaisti.

“ Il problema, infatti, è rappresentato non solo dall'avanzare della malattia, la cui presenza è acclarata già oltre Torchiarolo, ma anche dalla drasticità della misura che prevede per un raggio molto ampio il taglio degli alberi sani in assenza di rimedi alternativi riconosciuti sul piano scientifico. In questo quadro emerge con chiarissima evidenza la necessità di recuperare il ritardo accumulato nelle azioni di ricerca e, contemporaneamente, di ridefinire il perimetro della zona infetta e della zona cuscinetto alla luce dei focolai accertati in agro di Brindisi. Con altrettanta chiarezza emerge l’urgenza di coinvolgere nelle azioni di contenimento e contrasto gli attori sociali colpiti dalla diffusione della patologia”.

Queste le prime parole che i due parlamentari del Pd hanno espresso al termine dell’incontro in Commissione e di quello con Marina Barba, direttrice del Centro ricerca di Patologia generale, e coordinatrice del progetto nazionale sulla Xylella: un progetto della durata di tre anni, e con una disponibilità di risorse di quattro milioni di euro. “Oggi”, prosegue Salvatore Capone, “abbiamo posto al commissario Silletti alcune questioni essenziali, perché è necessario capire non solo i risultati fin qui raggiunti del Piano ma come ci si prepara al dopo, alla fine della fase emergenziale. Che significherà anche capacità di convivere con la Xylella e individuazione di cultivar resistenti o riconversione. Aspettiamo adesso, per avere un quadro più organico e completo, le audizioni con il presidente della Regione Puglia e il ministro Martina”.

Gli fa eco anche l’onorevole “Ci riserviamo una valutazione più puntuale dell’audizione una volta Elisa Mariano: ricevute in forma scritta le risposte alle questioni sollevate oggi”, prosegue la deputata, “ma già adesso è evidente la necessità di rivedere la perimetrazione della barriera spostandone i confini verso nord così come la drasticità della misura dei cento metri. A maggior ragione se, come è stato già affermato oggi dal commissario Silletti, è praticamente certa la presenza di focolai a Brindisi, ben oltre Torchiarolo, dunque. Per questo riteniamo che la ricerca possa e debba svolgere un ruolo strategico, mettendo opportunamente a valore tutto il lavoro che, anche separatamente, si sta già svolgendo, provando a insediare, se possibile, un tavolo di coordinamento unico dove possano confluire tutte le evidenze che nel frattempo emergono. Per questo l’incontro odierno con Marina Barba è stato quanto mai interessante e proficuo”.

Potrebbe interessarti

  • Un traguardo dopo l'altro: Lele dei Negramaro pronto alla 9 chilometri

  • Morso del ragno violino: sintomi, rimedi e cure

  • Uova: quante ne possiamo mangiare e come cucinarle

  • Bidoni della spazzatura, i metodi per averli sempre puliti e igienizzati

I più letti della settimana

  • Vino adulterato: undici arresti e quattro aziende sequestrate dal Nas

  • Automobile si ribalta fuori strada, muore giovane madre di 33 anni

  • Violento nubifragio sferza il Salento. Strade allagate, centri in tilt

  • Torna il maltempo, allerta arancione: forti temporali attesi a partire da ovest

  • Frontale al rientro dal mare, donna di 38 anni grave in Rianimazione

  • Incendio nel parco di Punta Pizzo. Giallo sul ritrovamento di un cadavere

Torna su
LeccePrima è in caricamento