Fuoco amico sul governatore: anche il Pd chiede lo slittamento dell’imposta

La segreteria regionale dei democratici chiede una discussione nella maggioranza e con i Comuni. Il rinvio di un anno sollecitato pure dall'assessore all'Ambiente del Comune di Lecce, Andrea Guido e dal consigliere regionale Saverio Congedo

@TM News/Infophoto

LECCE –  Sulla nota dolente dell’ecotassa arriva da Bari un monito chiaro al governatore Vendola e porta la firma della segreteria regionale del Partito democratico, presieduto da Sergio Blasi. “Riteniamo non proponibile la questione dell’Eco tassa nei termini in cui la stessa è stata posta dal presidente Vendola. Quest’ultima è una questione che può incidere sulla vita delle popolazioni già fortemente in difficoltà economica e che rischia di destabilizzare le amministrazioni comunali già in prima linea nel fronteggiare le emergenze sociali. Sul punto è necessario aprire una discussione nella maggioranza e con gli amministratori locali”.  

Sulla questione interviene anche l’assessore all’Ambiente del Comune di Lecce, Andrea Guido per il quale “risibile e demagogica è la ragione per la quale tale tassa viene imposta. Si vuole, secondo il governo regionale, indurre i comuni ed i cittadini a vincere la pigrizia nel fare la raccolta differenziata imponendo un’enorme tassazione se non si raggiungono determinati livelli di raccolta differenziata”. Gli ambiziosi obiettivi regionali sarebbero però irraggiungibili nel breve periodo alla luce della tante situazioni di fatto che insistono sui comuni pugliesi: su Lecce, per esempio, pesa il contenzioso amministrativo che si è risolto solo con la pronuncia del 6 dicembre scorso del Consiglio di Stato a favore di Monteco, in un primo momento esclusa dalla gara per il servizio di raccolta in città per i prossimi nove anni.

“Ma ipotizziamo, per un attimo – continua Guido nel suo ragionamento -, che si potesse cominciare da subito la raccolta con il nuovo metodo. Questo consentirebbe di raggiungere subito alte percentuali di raccolta differenziata? Assolutamente no, poiché sul territorio non esistono impianti di compostaggio per il trattamento dell’umido ed i pochi che ci sono a livello regionale sono intasati. La situazione diventa poi ancora più grottesca se si pensa che la Regione, accortasi di questo handicap che hanno tutti i Comuni, ha stanziato solo un mese addietro delle somme per la trasformazione degli impianti di biostabilizzazione in impianti di compostaggio. Per quanto esposto e poiché vi è la ferma volontà da parte di città come Lecce di effettuare una raccolta differenziata di alto livello, stoppata momentaneamente da situazioni avverse, il governo Vendola deve rinviare l’entrata in vigore di una legge iniqua che impoverirebbe ulteriormente i Comuni”.     

congedo_saverio-5Alla richiesta si associa anche il consigliere regionale di Forza Italia-Pdl, Saverio Congedo, con la seguente nota:“Non condivido l’intransigenza del presidente Vendola sull’applicazione dell’ecotassa che non può e non deve essere terreno di una sterile battaglia ideologica sulla pelle dei cittadini, e ritengo, invece, meritevole di considerazione la richiesta dei Comuni pugliesi (Anci) di rinviare di un anno l’applicazione dell’eco-tassa. L’ecotassa andrebbe ad aggiungersi ad una pressione fiscale già insostenibile per famiglie ed imprese e sanzionerebbe responsabilità in gran parte ascrivibili proprio ai governi di Vendola: solo da qualche settimana è stato varato il secondo piano dei rifiuti dopo il fallimento del primo ed inoltre l’impiantistica per la chiusura del ciclo dei rifiuti è ancora carente, e non certo per colpe di cittadini e Comuni”.

“Chiediamo ed auspichiamo – conclude Congedo - da parte del Consiglio regionale in sede di discussione della legge di bilancio, che ci sia una valutazione responsabile e libera da diktat per assumere una decisione che contemperi le esigenze di tutti: cittadini; amministrazioni in ritardo per responsabilità ad esse non ascrivibili; amministrazioni virtuose che meritano di essere premiate”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Agguato in autostrada ai tifosi del Lecce: un mezzo dato alle fiamme

  • Fuoristrada sospetto: nel doppiofondo della barca mezza tonnellata di droga dall’Albania

  • Psicosi da Covid-19: falso allarme, ma treno bloccato in stazione a Lecce

  • Malore alla guida, schianto sullo spartitraffico: 25enne in codice rosso

  • Rapina un uomo per una collana, ma a 100 metri ci sono i carabinieri: presa

  • Due sinistri di ritorno dal mare: un uomo deceduto, l’altro gravemente ferito

Torna su
LeccePrima è in caricamento