Manifestazione per i due marò detenuti in India. Perrone sabato a Brindisi

Il primo cittadino leccese ha aderito all'invito del collega di Brindisi, Mimmo Consales: "Il governo italiano deve attivarsi senza indugio, con ogni mezzo possibile. La misura è davvero colma". Espressa vicinanza alle famiglie dei militari

@TM News/Infophoto

LECCE – Il sindaco di Lecce, Paolo Perrone, ha accolto l’invito lanciato dal primo cittadino di Brindisi, Mimmo Consales e parteciperà alla manifestazione prevista per sabato 18 gennaio in Piazza Cairoli e promossa dal capogruppo di Forza Italia, Mauro D’Attis, per la liberazione dei due marò pugliesi detenuti in India, Salvatore Girone e Massimiliano Latorre.

“E’ necessario - ha dichiarato Perrone - continuare a tenere accessi i riflettori su una vicenda a dir poco paradossale. Per questo motivo l’amministrazione comunale ha deciso di aderire con convinzione a questa manifestazione di solidarietà nella speranza che si possa trovare al più presto una soluzione. I nostri marò sono prigionieri in India in modo del tutto ingiustificato e rischiano addirittura la pena di morte. Il governo italiano deve attivarsi senza indugio, con ogni mezzo possibile, per riportare immediatamente in Italia i due marò, perché la misura è davvero colma”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Non è in alcun modo tollerabile – prosegue il primo cittadino leccese - che dopo tanto tempo non si sia ancora trovata adeguata soluzione diplomatica a una vicenda così kafkiana, e che periodicamente – e terroristicamente – si diffondano voci sull’applicabilità della pena di morte ai nostri soldati. Sono vicino con grande affetto alle famiglie di Massimiliano Latorre e Salvatore Girone, che vivono con questa spada di Damocle sulla testa ormai da troppo tempo”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Salvato in extremis dal suicidio, in mano un biglietto d'addio incompiuto

  • Estorsione ai bar e riciclaggio: oltre all'ex senatore, in manette militare salentino

  • Fra serra e casa una piccola fabbrica della marijuana: arrestato

  • Notte di fuoco: distrutte quattro auto e danni a negozi. Immortalato un uomo

  • Arrivi da fuori regione: 20mila entro domenica, uno su tre dalla Lombardia

  • Rischio di focolaio in una Rssa: fatti 90 tamponi a operatori e anziani ospiti

Torna su
LeccePrima è in caricamento