Poli Bortone: “Micro uffici nei quartieri”. Appello di intellettuali per Fiorella

Proposta della candidata di destra per le periferie. Per l'esponente di Sinistra Comune il sostegno di alcuni docenti e operatori socio culturali

Adriana Poli Bortone.

LECCE – Adriana Poli Bortone, candidata sindaco, rilancia la necessità di presidi pubblici nelle periferie della città: “In questi giorni di campagna elettorale, ho incontrato spesso in periferia situazioni dalle quali emerge chiaramente che i vuoti lasciati dalle istituzioni sono stati spesso, troppo spesso, riempiti solo dalla buona volontà dei privati, che a livello di singoli, o più spesso di associazioni, sono intervenuti per dare risposte alle esigenze della collettività".

"Ciò - ha proseguito la storica esponente della destra - non ha consentito in nessuna zona periferica della città di avere uno sviluppo armonico, ma è emersa solo una copertura delle esigenze a macchia di leopardo, con macchie nere presenti laddove l’associazionismo o la spontaneità civica non sono stati sufficientemente presenti da apportare benefici all'intera comunità. Non si può sperare che le esigenze della città vengano affidate solo alla buona volontà di alcuni. La collaborazione pubblico/privato, sempre auspicabile, deve poter riconoscere nelle amministrazioni una guida chiara per una programmazione attiva, con una visione della città, adrianapolibortone-4anche coraggiosa, necessaria per individuare gli interventi adatti ad apportare reale beneficio alle periferie".

Già sindaco di Lecce dal 1998 al 2007, Adriana Poli Bortone ha una proposta per ricucire lo strappo: “La soluzione può consistere nella previsione di micro uffici nei quartieri periferici, per avvicinarsi sempre di più ad una popolazione che in periferia vive il disagio dell’assenza di servizi, vuoi per motivi anagrafici, vuoi per motivi logistici. Anche i luoghi di aggregazione, come i centri sociali, devono essere promossi dall’amministrazione come luoghi di reale aggregazione e crescita sociale, di coinvolgimento delle varie fasce, di collaborazione con le famiglie nella gestione dello sport e del tempo libero per le diverse età.

Fiorella: chiusura con festa a Porta San Biagio

Per il candidato sindaco Mario Fiorella, di Sinistra Comune, hanno preso posizione una trentina tra docenti universitari, operatori culturali e persone impegnate nell’attivismo sociale che hanno sottoscritto il seguente appello: “Sosteniamo la candidatura di Mario Fiorella a sindaco di Lecce con la lista Sinistra Comune, composta da qualificati esponenti della cultura e dell’attivismo sociale leccese, perché è la nuova tappa di un impegno pluridecennale per la difesa dell’ambiente, per la promozione sociale degli emarginati e per l’attuazione della Costituzione a partire dalla tutela dei diritti dei lavoratori.

fiorella2-4I firmatari sono i docenti Carlo A. Augieri, Luca Bandirali, docente di cinema; Enzo Bianco, giornalista; Michele Carducci, costituzionalista; Simona Cleopazzo, operatrice culturale; Antonio Costantini, storico dell’arte; Aldo Cormio, storico; Gianni Cremonesini, operatore culturale; Valentina Cremonesini, sociologa del potere; Stefano Cristante, sociologo della comunicazione; Sandra Del Bene, operatrice culturale; Antonio De Giorgi, energy manager; Cesare Distante, operatore culturale; Fabio De Nardis, sociologo della politica;  Guglielmo Forges, economista; Ivano Gioffreda, attivista ambientale; Antonio Greco, insegnante; Raffaele Gorgoni, giornalista e scrittore; Eugenio Imbriani, antropologo; Maurizio Nocera, scrittore; Mauro Pascariello, ambientalista; Gigi Perrone, sociologo delle migrazioni; Italo Porcari, avvocato; Livio Romano, insegnante e scrittore; Angelo Salento, sociologo del lavoro; Chino Salento, attivista politico; Giovanni Seclì, attivista socio-ambientalista; Mario Spedicato, storico; Irene Strazzeri, sociologa della conoscenza; Silverio Tomeo, saggista; Massimo Vaglio, ambientalista; Egidio Zacheo, docente di scienze politiche; Innocenzo Graziuso, Forum Ambiente e Salute.

Fiorella concluderà la sua campagna elettorale giovedì sera a Porta San Biagio, dalle 20 alle 24 in un’alternanza di musica e interventi dal palco. “Chiudiamo a Porta San Biagio la campagna elettorale di Sinistra Comune – ha commentato il candidato sindaco -, una campagna intensa, partecipata, bellissima, emozionante, che mi ha consentito di apprezzare aspetti inediti della mia Lecce e di conoscere tante persone meravigliose, ascoltandone istanze, desideri, sogni persino. Con il passare dei giorni sono cresciuti in me l'entusiasmo e la voglia di esserci, di riportare i temi della sinistra a palazzo, di dare concretezza, attraverso l'attività amministrativa, al nostro messaggio per una Lecce più giusta, verde e solidale, che per noi non rappresenta solo uno slogan ma il nostro modo di essere nel quotidiano, anche fuori dalla campagna elettorale. Ecco, è con questo spirito che invito tutti quanti i miei concittadini a prendere parte allo sprint finale, insieme a me e ai candidati al consiglio”.

Potrebbe interessarti

  • Balneazione, un pericolo da non sottovalutare: le correnti di risacca

  • Addio agli aloni su finestre e specchi, come lavare i vetri di casa

  • Pannelli fotovoltaici: come funzionano e i vantaggi

  • Molteplici benefici per chi cammina in riva al mare

I più letti della settimana

  • Spaccio di cocaina nella "movida": 13 arresti e quattro locali rischiano la chiusura

  • Violento impatto fra un'Audi e uno scooter: muore il centauro

  • Un tuffo dall’alta scogliera: lesioni cervicali per un 16enne

  • Briatore scatenato su Instagram: “A Gallipoli mandano via gli yacht”

  • Scu, droga a fiumi e spari nella notte: in 46 rischiano il processo

  • Fingono di scaricare birra appostati davanti ai “paninari”: militari catturano il ricercato

Torna su
LeccePrima è in caricamento