Rendita catastale e Pug: Poli Bortone rimarca le differenze

Secondo la senatrice ritirare in autotutela le delibere che avviarono la revisione degli estimi, come ha proposto Congedo, non è possibile

Adriana Poli Bortone con Lisi e Giancane.

LECCE - Con una lunga conferenza dedicata alla questione degli estimi catastali e al nodo del piano urbanistico generale, Adriana Poli Bortone ha di fatto voluto ricordare che le divergenze che la separano dal centrodestra che il 17 marzo si misura con le primarie, non sono solo di metodo, ma anche di merito. Su entrambi i temi, infatti, la sua posizione dista anni luce dall'impostazione data dall'amministrazione di Paolo Perrone e da ipotetiche soluzioni cui si è fatto accenno in questi giorni.

Prima ancora però di entrare nei contenuti della conferenza, l'ex sindaco (dal 1998 al 2007) ha dimostrato da una parte di non volere la responsabilità della divisione del centrodestra, ma dall'altra di non essere disposta a cedere di un centimetro. "Dopo le primarie - ha spiegato - mi confronterò col vincitore per capire chi tra noi due è il candidato migliore. Potremmo avvalerci di un sondaggio vero, affidato a professionisti". Quasi una provocazione, insomma, perché è molto difficile che possa essere messo in discussione il risultato di una consultazione che Fratelli d'Italia e Direzione Italia prima, e poi la Lega e Forza Italia, hanno voluto.

Per quanto riguarda gli estimi catastali, Poli Bortone ha praticamente bocciato la soluzione prospettata da Saverio Congedo, quella del ritiro in autotutela delle delibere che diedero il via, nel 2010, alla procedura di revisione da parte dell'Agenzia del Territorio. L'unica misura concreta per compensare il danno che grava su oltre 20mila proprietari di immobili, interessati dagli aumenti della rendita catastale, sarebbe quella dell'abbassamento dei tributi locali derivanti: "Un intervento di perequazione fiscale", lo ha definito Adriana Poli Bortone per la quale un riclassamento, ma fatto in maniera meticolosa, resta necessario così come lo era, ha ricordato, nel 2005, quando fu la sua giunta a inserire la revisione degli estimi in un provvedimento più generale di lotta all'evasione fiscale.

Sul piano urbanistico generale, Poli Bortone, che accanto aveva Antonio Giancane, già suo assessore all'Urbanistica, ha rammentato l'archiviazione, da parte di Perrone, del documento preliminare che l'Università Federico II di Napoli aveva portato a termine, per ripartire invece da zero con una convenzione con l'Università di Genova. Una scelta, ha commentato la senatrice, pretestuosa e sbagliata, tanto che non sono bastati dieci anni per avere un nuovo strumento urbanistico generale. Poli Bortone, dopo aver ricordato che il Pug deve avere una visione e non rispondere a una logica di spartizione, non ha risparmiato nemmeno l'ex sindaco Salvemini dalla critica di immobilismo, rimproverandogli con sarcasmo di aver pensato per 18 mesi alle biciclette e alla nuova viabilità di viale Lo Re.

Alla conferenza, che si è tenuta presso l'Hotel President, ha partecipato anche l'ex deputato Ugo Lisi. Sarebbe stato lui una possibile figura unificante per tutto il centrodestra, ma la resistenza di Perrone avrebbe fatto saltare l'accordo che aveva il via libera anche di Adriana Poli Bortone. Lo scenario, oramai mancato, filtra da ambienti di solito bene informati.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (2)

  • Leccesi senza memoria! Io ricordo benissimo via Brenta, Boc, Buonerba, Naccarelli, e tanto altro e poi quella meravigliosa opera di ingegneria dei trasporti, che tutto il mondo (dei fumetti) ci invidia e che ha portato a Lecce 25 milioni di euro e per la quale stiamo ancora pagando le rate di mutuo, LA METROPOLITANA LECCESE!!!! Altro che la Cotognata Leccese!!! Vengono da tutto il mondo per ammirarla e per chiedere a cosa serve! Chiedete a buonerba, massimo (di nome) esperto mondiale di trasporti, a cosa serve......... Per non parlare dei MORTI e FERITI che hanno fatto i suoi bellissimi pali grigi ormai più famosi del Barocco leccese! Leccesi, se non ricordate, perchè ormai l'età avanza, utilizzate la tecnologia, cercate qui, su Lecceprima, inserendo le parole: poli bortone, metropolitana di superficie, naccarelli, buonerba, via Brenta ed altro...... Tante cose stupende vi verranno alla mente! Leccesi SENZA MEMORIA e ......mi fermo qui!

    • Augusto, guarda che non abbiamo ancora votato, perché dici che i leccesi sono senza memoria? Se fossero stati senza memoria a giugno di due anni fa non sarebbe stato eletto un galantuomo ed una persona corretta come Salvemini. Diamo tempo al tempo, come si dice a Lecce, lu purpu se cucina cull’acqua soa stessa..........

Notizie di oggi

  • Politica

    Congedo: "Filobus ed estimi, due errori del centrodestra. Salvemini? Senza coraggio"

  • Politica

    Fiorella: "Liberare il centro storico per pedoni e bici. Sgm va riprogettata"

  • Cronaca

    Cosparso di escrementi e bruciato con le sigarette a 3 anni se si opponeva alle molestie: indagati padre e zio

  • Cronaca

    Prete accusato di aver molestato una 13enne: caso chiuso

I più letti della settimana

  • Attacco allo stand della Lega nella piazza, ragazza contusa

  • Fuori strada di notte con la Mercedes, viene ritrovato morto all'alba

  • Esalta il fisico con gli abiti giusti

  • Malore improvviso, cameriere cade e batte la testa: in codice rosso

  • Intonano cori da stadio a Pescara, leccesi aggrediti. Uno accoltellato

  • Esplode il distributore di bibite: operaio 23enne in prognosi riservata

Torna su
LeccePrima è in caricamento