Porto Cesareo, la giunta traccia un anno di governo

Il sindaco Foscarini ha ricordato le opere svolte e quanto ancora occorre fare nella marina, da quando s'è insediata la nuova giunta: "Programmare il futuro considerando le risorse disponili"

Mentre in molti centri della provincia impazzano le elezioni, a Porto Cesareo la giunta guidata dal sindaco Vito Foscarini traccia un primo bilancio degli obiettivi raggiunti. "Abbiamo compiuto un buon lavoro - dice Foscarini - nonostante qualche normale rallentamento iniziale dovuto al cambio amministrativo. Un ringraziamento di cuore a tutti ed in particolare ai miei collaboratori per l'apporto di idee lavoro e valori al servizio della comunità: un ringraziamento particolare all'intero consiglio comunale, ai consiglieri della compagine "Porto Cesareo e Marine" ed alle minoranze, agli assessori ai funzionari ed ai dipendenti dell'Ente per il soddisfacente l'espletamento delle loro funzioni".

"Nella concezione personale di amministrare un comune - prosegue il primo cittadino - non serve voltarsi indietro a valutare il già fatto, serve ed è importante invece programmare e pianificare compatibilmente con le risorse finanziarie disponibili il futuro. Il futuro amministrativo di Porto Cesareo - conclude Foscarini - dovrà quindi partire dalle esigenze più urgenti della comunità (rete fognaria, Pug, miglioramento della qualità della vita, sviluppo economico su tutti settore pesca e turistico ricettivo, rispetto ambientale) e da questo punto migliorarsi di anno in anno di amministrazione in amministrazione, indipendentemente da chi governa la nostra splendida località. In questa direzione va il nostro impegno per la crescita di Porto Cesareo".

Fra le opere già realizzate, Foscarini ha voluto ricordare l'escavazione del canale di accesso al bacino di ponente per la probabile futura realizzazione del Porto Mercantile e turistico da diporto, il progetto per l'adeguamento di alcuni accessi al mare su spiagge libere per le persone diversamente abili. E ancora: abbattimento dell'Ici sull'abitazione principale, l'arredo urbano ed il decoro della piazza di Torre Lapillo, la pulizia degli arenili non solo in primavera-estate, ma anche in inverno, dopo le mareggiate, l'installazione di cartellonistica ed indicazione dei confini del Parco Marino di porto Cesareo, la nuova illuminazione pubblica in diverse vie della comunità cesarina e di Torre Lapillo, la realizzazione da parte dell'Aqp su richiesta dell'amministrazione, di 1490 metri lineari di condotta idrica sulla Via per Torre Lapillo.

E ancora, il ripristino Commissione pesca, la creazione di tre torrette di avvistamento e salvamento in mare, poste sull'arenile di pubblica balneazione, fornite di bagnino ed attrezzature di salvataggio; la redazione del nuovo Pug ed il ripristino della storica Sagra del pesce da organizzarsi nelle prime settimane di luglio.

Potrebbe interessarti

  • Balneazione, un pericolo da non sottovalutare: le correnti di risacca

  • Addio agli aloni su finestre e specchi, come lavare i vetri di casa

  • Pannelli fotovoltaici: come funzionano e i vantaggi

  • Molteplici benefici per chi cammina in riva al mare

I più letti della settimana

  • Spaccio di cocaina nella "movida": 13 arresti e quattro locali rischiano la chiusura

  • Violento impatto fra un'Audi e uno scooter: muore il centauro

  • Un tuffo dall’alta scogliera: lesioni cervicali per un 16enne

  • Briatore scatenato su Instagram: “A Gallipoli mandano via gli yacht”

  • Scu, droga a fiumi e spari nella notte: in 46 rischiano il processo

  • Fingono di scaricare birra appostati davanti ai “paninari”: militari catturano il ricercato

Torna su
LeccePrima è in caricamento