Raccolta rifiuti e porta a porta spinto in nove Comuni. Nuovo servizio per l’Aro6

Avviata la distribuzione dei kit e la fase informativa per il nuovo servizio che partirà nei prossimi mesi a Nardò, Alezio, Aradeo, Collepasso, Galatone, Neviano, Sannicola, Seclì e Tuglie

Uno dei componenti inclusi nel kit.

NARDO’- Un nuovo sistema di raccolta e l’implementazione del servizio di igiene ambientale e della differenziata spinta, porta a porta, partirà nei prossimi mesi nei nove comuni dell’Aro 6 di cui è capofila la città di Nardò. Partendo dell’esperienza già avviata con l’attuale servizio ci saranno alcuni cambiamenti in particolare per la raccolta differenziata, con la distribuzione già avviata in questi giorni di nuove attrezzature, un nuovo calendario di raccolta e la rilevante aggiunta della separazione della frazione organica, quindi dell’umido. Aumenteranno anche le opportunità di conferimento, grazie ad una serie di nuovi ecocentri e centri di raccolta, anche mobili, legati all’ambito di raccolta ottimale. Il nuovo sistema avanzato di gestione dei rifiuti urbani sarà attuato dall’associazione temporanea d’impresa, costituita dalle ditte Bianco Igiene Ambientale, Gial Plast e Armando Nuccio, a cui è stato affidato l’appalto del gestore unico dell’Aro 6 per nove anni e che oltre al Comune di Nardò interessa anche i territori comunali di Alezio, Aradeo, Collepasso, Galatone, Neviano, Sannicola, Seclì e Tuglie e un bacino di utenza complessivo di oltre 90 mila abitanti. Tutti i servizi di raccolta e spazzamento saranno svolti mediante l’utilizzo di automezzi euro6 a basso impatto ambientale e spazzatrici aspiranti con filtri pm10 dotate di specifici sistemi di abbattimento polveri e filtraggio dell’aria. La svolta sarà maggiore ad Aradeo dove il cambiamento partirà dalla rimozione dei cassonetti stradali, con conseguente avvio di un sistema avanzato di gestione dei rifiuti urbani con raccolta porta a porta, come già avviene per gli altri otto comuni dell’Aro.

Nei vari comuni dell’ambito sono stati approntati i punti di distribuzione e informazione per i cittadini per dotare tutte le utenze, domestiche e non, delle nuove attrezzature previste per ciascun comune e di un nuovo calendario di raccolta che non ovviamente ancora attivo. La data di avvio del nuovo servizio di igiene urbana sarà resa nota con una successiva comunicazione da parte delle amministrazioni comunali e del gestore unico. Fino ad allora la raccolta dei rifiuti continuerà secondo le modalità attuali. Si punta ad una gestione dei rifiuti virtuosa, nel rispetto dei criteri legislativi regionali e nazionali e al fine di raggiungere gli standard europei in termini di riciclo, con l’attivazione di quanto indicato dai nuovi programmi “Europa 2020”. L’obiettivo è la riduzione dei rifiuti urbani prodotti, attraverso l’incremento di servizi di raccolta differenziata e l’aumento delle tipologie di rifiuti urbani differenziati gestiti, per innalzare le percentuali di raccolta e la qualità di quelli avviati a riciclo di materia.Infopoint Nardò-2

INFOPOINT E RITIRO DEI NUOVI KIT:  ECCO COME FARE

Per far sì che il sistema funzioni correttamente è necessaria una partecipazione attiva e la piena collaborazione delle comunità attraverso il rispetto di alcune semplici regole. Per avviare il processo di informazione degli utenti e per renderli partecipi del cambiamento, in ogni comune sono stati temporaneamente attivati degli info point che funzionano, dal lunedì al sabato, anche come punti di distribuzione della nuova attrezzatura per il conferimento dei rifiuti. Per il ritiro delle attrezzature, l’intestatario della tassa sui rifiuti è tenuto a recarsi presso il punto di distribuzione del proprio comune munito di carta di identità e tessera sanitaria (in caso di impossibilità, si può delegare una persona di fiducia sottoscrivendo apposito modulo scaricabile dal sito www.arolecce6.it). Tutti i dettagli e gli aggiornamenti sono disponibili sul sito www.arolecce6.it e sulla pagina facebook dell’Aro Lecce 6. A disposizione degli utenti, per ogni informazione, c’è anche il numero verde 800/267711.

I centri sono aperti tutti i giorni, esclusi i festivi esclusi e precisamente il lunedì, martedì, mercoledì, venerdì dalle 9 alle 12 e dalle 16 alle 19, il giovedì dalle 16 alle 19 e il sabato dalle 9 alle 12. I punti di informazione e distribuzione si trovano a Nardò in viale Caduti di Nassiriya, ad Alezio in via Dante Alighieri, ad Aradeo presso la sede della Bianco Igiene Ambientale nella zona artigianale, a Collepasso presso l’ex scuola dell'infanzia in via Masaniello, a Galatone nella sede Cave Marra Ecologia nella zona industriale (sulla strada Nardò-Galatone), a Neviano in via Graziani, a Sannicola in via Grassi, a Seclì nell'ex sede del Municipio in piazza San Paolo e a Tuglie presso la sede del Comune in piazza D'Azeglio.

RACCOLTA DOMESTICA, SI CAMBIA: BISOGNA SEPARARE LA FRAZIONE ORGANICA  

Con le nuove disposizioni  si punta a migliorare anche l’opportunità di separazione domestica, soprattutto interna, dei rifiuti, con l’aggiunta della separazione della frazione organica che finora finiva nell’indifferenziato. L’aggiunta di tale specifica raccolta consentirà di incrementare notevolmente le attuali percentuali di raccolta differenziata, poiché l’organico (detto anche umido) incide mediamente per circa il 35-40 per cento sul totale dei rifiuti prodotti. Le giornate di conferimento dell’organico con il “porta a porta” per le utenze domestiche delle aree urbane saranno tre. I rifiuti organici sono composti da tutte quelle sostanze di origine vegetale o animale che rappresentano la maggior parte dei rifiuti domestici. In particolare, di questi circa il 60 per cento sono scarti di cucina quali, ad esempio, avanzi di cibo, bucce e scarti di frutta e verdura, ossa, lische di pesce, frutta secca, e il 40 per cento sono rifiuti di giardinaggio: terra, erba, fogliame, sfalci  di potatura. L’insieme di questi rifiuti ha la caratteristica di essere biodegradabile e recuperabile sotto forma di compost da riutilizzare in agricoltura.

Tra le novità anche la fornitura dei kit contenitori sottolavello. È una fornitura per la gestione domestica interna dei rifiuti, che permette di separarli e ridurli con efficacia e comodità. Il kit consente già in casa una preselezione dei materiali (carta, plastica, metallo, vetro, organico, non riciclabile) che successivamente verranno conferiti nei bidoncini che saranno esposti in strada. Il kit sottolavello, per quanto concerne la gestione della frazione organica, comprende un secchiello areato da 10 litri e specifici sacchetti in carta da inserire all’interno (che contribuiscono alla riduzione della componente acqua negli scarti di cucina non riutilizzabili e sono sostituibili solo con altri sacchetti che riportino l’indicazione ‘compostabili’). La fornitura per la separazione e riduzione interna continua con un secchiello da 7 litri per il non riciclabile e tre borsine da 18 litri in polipropilene per carta, imballaggi in plastica e metallo, imballaggi in vetro.

Il nuovo servizio punta a diffondere anche il sistema di compostaggio domestico. Verranno consegnati, in comodato d’uso gratuito, appositi composter da 300 litri (obbligatori per gli utenti che risiedono in aree extraurbane) in cui conferire li scarti alimentari o da giardinaggio, secondo le indicazioni del vademecum collegato. L’obiettivo è sottrarre rifiuto al ciclo di raccolta ordinario.

ALTRE NOVITA’: ECOCENTRI ED ECOMOBILI

Con il nuovo sistema di gestione dei rifiuti dell’Aro 6 si punta ad aumentare le opportunità di conferimento, anche grazie ad una serie di nuovi ecocentri ed isole ecologiche mobili e intercomunali diffusi sul territorio, potenziati ed informatizzati. Il nuovo servizio di raccolta differenziata di prossimità tramite Ecomobile, prevede un’isola ecologica informatizzata che sosterà secondo un calendario prestabilito in diversi punti dei territori comunali, per il conferimento di svariate tipologie di rifiuti urbani. Inoltre i nove ecocentri già previsti o da realizzare dai vari comuni dell’ambito saranno integrati con ulteriori tre ecocentri localizzati nel territorio di Nardò,     di cui uno già attivo nel centro urbano, via Valle d’Aosta, uno da realizzare in località nella frazione di  Boncore con riqualificazione dell’area interessata, e uno in località Pagani. Gli ecocentri arriveranno a gestire ognuno fino a 52 differenti tipologie di rifiuti urbani conferibili da parte di tutte le utenze dell’Aro. All’interno dei centri di raccolta saranno realizzare anche le cosiddette  aree del riuso, dove poter lasciare oggetti in buono stato a disposizione di chi volesse usufruirne. Sarà attivato anche il servizio di raccolta “pannoloni” per specifiche utenze segnalate dal servizio sanitario locale.

Infine tra le altre novità del nuovo servizio dei rifiuti sono previste l’installazione di cestini gettarifiuti multiscomparto da 100 litri nei punti di pregio delle aree urbane e nelle marine, la raccolta di indumenti usati tramite appositi contenitori stradali, un nuovo servizio di raccolta dell’olio vegetale da cucina, tramite raccoglitori stradali oppure con il conferimento presso gli ecomobili o gli ecocentri , la raccolta a domicilio, su prenotazione, di sfalci e potature di verde ornamentale e la raccolta piccole quantità di inerti da attività del “fai da te“ domestico, massimo mezzo metro cubo l’anno, tramite fornitura di sacconi “big bag”.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • settimana

    Un uomo sul parapetto del tribunale civile: minaccia suicidio e poi desiste

  • Cronaca

    Sospetto caso di meningite, il sindaco rassicura: "Niente allarme"“

  • Politica

    "La Questura merita una nuova sede": la firma del protocollo in Prefettura

  • Cronaca

    L'odontoiatra? Non aveva i titoli. Arrivano i carabinieri e sequestrano tutto

I più letti della settimana

  • Muore dopo un malore in casa Raffaele Baldassarre: camera ardente a Palazzo Gorgoni

  • Esplosione nella fabbrica di fuochi d’artificio: muore un 19enne, grave collega

  • Ladri nel caveau della banca: ritrovati 4 borsoni con denaro e ori

  • Marijuana a chili, quattro arresti. Il blitz scatta anche in casa di studenti

  • Schiacciato sotto un tronco di pino, muore mentre tenta di liberarsi

  • Un colpo di sonno e l’auto finisce sulla corsia opposta: 21enne in Rianimazione

Torna su
LeccePrima è in caricamento