Regolamento Ztl, dalla commissione via libera all'ottavo round: ora in Consiglio

Approvato dalla maggioranza il nuovo testo per regolare accesso e sosta dei veicoli nel centro storico. La minoranza ha già annunciato battaglia in aula

L'assessore De Matteis in commissione.

LECCE - Dopo otto sedute in commissione consiliare, il nuovo regolamento per l'accesso e la sosta nella Ztl del centro storico è stato approvato con 13 voti favorevoli, sette contrari (sei invece gli assenti). Lo scontro tra minoranza e maggioranza non è però finito, perché si riaccenderà quando il provvedimento sarà portato in aula per il via libera definitivo. In quella sede, infatti, il centrodestra intende ripresentare tutti gli emendamenti, dopo aver lamentato il fatto di non aver avuto il tempo necessario per discuterli in commissione.

Nelle intenzioni dell'amministrazione si vuole dare una stretta soprattutto al numero dei transiti registrati nella parte antica della città, oltre 650mila nell'ultimo trimestre del 2019. Per raggiungere questo obiettivo intermedio, perché quello finale sta nell'istituzione di una zona a traffico limitato permanente, si vuole consentire il libero accesso solo dalle 9 alle 12 e dalle 16 alle 19 oltre a dare una ulteriore sforbiciata al numero di pass attualmente in circolazione.

La discussione odierna ha messo in evidenza alcune posizioni: il consigliere del M5S, Arturo Baglivo, si è astenuto ma ha fatto capire che l'orientamento è favorevole una volta apportate alcune modifiche come quella relativa alla possibilità di accesso per le auto elettriche. Oronzio Tramacere, come gli altri consiglieri di centrodestra ha votato contro, ma non ha escluso un cambio di rotta condizionandolo all'accoglimento di alcuni emendamenti. Più netta la contrarietà di Luciano Battista, di Forza Italia, e del gruppo di Fratelli d'Italia. Gianpaolo Scorrano, anche a nome di Adriana Polo Bortone, ha rinviato il merito della questione al confronto in aula, lamentando ancora una volta le forzature che ci sarebbero state nella gestione delle commissioni. 

In chiusura dei lavori odierni, è intervenuto l'assessore De Matteis, rivendicando il carattere aperto di un confronto con la città che l'opposizione ha, invece, definito solo di facciata: "Avete perso l'occasione di emendare la bozza di regolamento quando vi è stata presentata, vi abbiamo offerto un momento di partecipazione, quello da noi organizzato alle Officine Cantelmo con residenti e commercianti del centro, e voi ne avete tratto spunto per scrivere i vostri emendamenti, sin dalla prima commissione avete detto di attendere le osservazioni degli esercenti e non siete stati in grado di presentarli. Sono qui dalla seconda commissione le note di Confcommercio, Confartigianato e altre associazioni di categoria, compresi i farmacisti, che sono oggetto di valutazione da parte dell'assessorato. Quando affermate - ha concluso l'esponente della giunta - che questo regolamento scontenta tutti, perdonatemi ma state certificando il fatto che questa città era assolutamente priva di norme".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Per la maggioranza, il presidente della commissione Mobilità, Ernesto Mola, che ha spesso condiviso gli oneri della discussione con il collega Cosimo Murri Dello Diago (commissione Affari Generali), ha espresso la sua soddisfazione dopo l'esito della votazione: “Il nuovo regolamento mette ordine in una zona critica della nostra città, consentendo l’accesso  ai soli residenti per un massimo di due pass, limitando l'orario di accesso ai proprietari non residenti e ai commercianti, eliminando la possibilità di ottenere il pass per professionisti e consiglieri comunali. Tutto ciò è  la condizione per estendere, magari anche progressivamente,  a tutte la 24 ore la Ztl. I cittadini leccesi hanno già dimostrato di essere pronti a questi cambiamenti firmando numerosi per il referendum che proponeva la Ztl h24.”

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Colpo alla Scu: droga ed estorsioni. Scatta il blitz, dieci arresti

  • Accoltella la madre e poi si lancia nel vuoto: tragedia in una famiglia salentina

  • Nulla da fare per l'80enne scomparso: trovato morto nelle campagne

  • Vento e pioggia, strade trasformate in fiumi. Auto in panne e allagamenti

  • Rintracciata a Ostia: il 30 giugno, dopo cena, era uscita senza fare rientro

  • Cede il ponte, travolto da un'auto: 18enne con grave ferita a una gamba

Torna su
LeccePrima è in caricamento