Salento, top destination per la Cina. "Sentire Civico" punta tutto sul turismo

Congedo, candidato sindaco, Messuti e Capoccia intendono promuovere il brand turistico in Oriente, sfruttando le nuove rotte aeree da Bari, così da rilanciare commercio ed economia locale

In foto da sinistra: Erio Congedo, Giancarlo Capoccia e Gaetano Messuti

LECCE - I turisti cinesi nel 2020 arriveranno alla soglia record di 500 milioni di persone in giro per il mondo. Queste le stime sui flussi turistici in arrivo dall’Oriente che interesseranno direttamente anche il Bel Paese e, di riflesso, la Puglia. Sì, perché nel mese di luglio 2019 dovrebbe essere attivato il volo Bari - Shanghai, utile ad accorciare le distanze e ricollocare il Salento, sinora meta di nicchia, tra le destinazioni privilegiate del turismo di massa.

L’opportunità è ghiotta e non è sfuggita al movimento di destra, “Sentire Civico”, che ha nel suo core business il commercio del capoluogo. Il tema del turismo internazionale e destagionalizzato ha trovato un posto d’onore nella nuova campagna per le elezioni amministrative ed è stato immediatamente rilanciato dal candidato sindaco Erio Congedo.

Il consigliere regionale e coordinatore pugliese di Fratelli d'Italia che ha vinto le primarie del centrodestra, ha declinato l’argomento in chiave orientale: “Lecce ha potenzialità inespresse e sinora il sistema si è retto sull’azione spontanea degli operatori turistici. È arrivato però il momento di archiviare il pressapochismo e la sciatteria nella gestione dei flussi turistici per promuovere il brand Salento in modo organico e attrarre i grandi flussi di turisti stranieri”.

Secondo Congedo, la Cina rappresenta una fetta di mercato da aggredire e il Salento “ha le carte in regola per diventare una meta appetibile, grazie alle proposte del turismo enogastronomico e di tipo esperienziale”.

Il target dei giovani cinesi, nati negli anni ’70 e ’80, in giro per l’Italia a caccia di divertimento, relax, cultura e buon cibo, pronti a spendere per godere di servizi dedicati ed esperienze uniche, fa gola anche nel Salento dunque.

“Il problema della mancanza di infrastrutture potrebbe essere risolto grazie ai nuovi collegamenti aerei con Bari - ha aggiunto-. Tuttavia è necessario un lavoro più mirato a livello regionale, lasciando da parte l’improvvisazione. Gli operatori devono essere adeguatamente formati e l’offerta strutturata per non rendere l’arrivo dei turisti stranieri un fenomeno modaiolo e transitorio, che tende ad esaurirsi”.

La posizione di Erio Congedo è sostenuta e rafforzata da Gaetano Messuti, secondo classificato alle primarie: “Rilanciare il turismo è fondamentale per rimettere in moto l’economia del capoluogo che si è assopita negli ultimi 18 mesi. Lecce ha grandi potenzialità, un’immagine di meta culturale ben spendibile all'estero. Ora rimane solo da capire come mettere a frutto il suo importante patrimonio culturale, passando dalla fase contemplativa a quella operativa. Quando il sistema funzionerà a regime e i contenitori culturali diventeranno attrazioni aperte 24 ore al giorno, allora anche i commercianti riusciranno a vedere di buon occhio la chiusura del cento cittadino al traffico veicolare. La nostra priorità rimane infatti quella di far rifiorire il commercio in città”.

I rappresentanti del movimento “Sentire Civico” hanno ragionato sulle opportunità di insistere nell’apertura verso l’Oriente insieme a SIming Wu, Ceo dell’unico tour operator cinese presente in Italia, Ks Travel & Business, e con il coordinatore provinciale Giancarlo Capoccia.

"In un momento storico in cui è sempre più attuale la “via della seta” è necessario puntare su nuove connessioni con i viaggiatori di fascia alta dell’est asiatico - ha precisato Capoccia, ideatore del progetto -. Un'importante manager del turismo cinese, la dottoressa Siming Wu, ha già un contratto con il più grosso tour operator della Cina. Lecce, dunque, può diventare tappa del turismo cinese di alto livello portando benefici economici per tutto l’indotto che ruota attorno al turismo".

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (1)

  • in effetti un vigile del fuoco è il più indicato per lo sviluppo turistico di lecce e per i rapporti con i tour operator cinesi...sicuramente sarà plurilingue......come d'altronde congedo il quale parla cinese correttamente........una risata vi seppelirà

Notizie di oggi

  • Cronaca

    “Favori&Giustizia”, arriva il “sì” del pm al patteggiamento del neurologo Trianni

  • Politica

    "Che ne sarà dei lavoratori del Mercatone Uno?": sciopero e protesta in prefettura

  • Galatina

    Camionista reagisce alla rapina: disarmato e ferito al capo. Fermati in tre

  • Cronaca

    Intercettazioni su Marti, la Giunta della Camera dei deputati si tira fuori

I più letti della settimana

  • Finisce con la Porsche nei campi: muore durante il ricovero giovane imprenditore

  • Accerchiata la masseria dello spaccio. E in una grotta, droga a volontà e un'arma

  • Troppo gravi le ferite, muore in ospedale 25enne ferito in un incidente stradale

  • Attendono il direttore, arrivano i carabinieri: banda colta sul fatto

  • Cocaina, materiale esplosivo e arma in cassaforte: arresti e denunce

  • Orrore in casa. “Abusava di qualunque familiare gli capitasse sotto tiro”

Torna su
LeccePrima è in caricamento