“Lecce non si lega”: anche nel Salento il primo flash-mob delle sardine

Il movimento, nato a novembre a Bologna, conta di convocare almeno seimila partecipanti per il prossimo 15 dicembre

Ansa Foto.

LECCE – Anche a Lecce il primo flash-mob “ittico” delle sardine. L’appuntamento è per il prossimo 15 dicembre ed è stato lanciato dalla nuova comunità virtuale che si è diffusa a macchia d’olio nello Stivale dopo la manifestazione dei giorni scorsi, a Bologna. Il gruppo virtuale è molto attivo  sui social network e seguito dagli utenti salentini.

Il movimento, che si definisce senza simboli di partito, si è costituito per dire di no alle idee di Matteo Salvini e del suo partito. Per questo lo slogan che attraverserà anche il capoluogo salentino sarà “Lecce non si lega”. L’obiettivo è quello di portare in piazza almeno seimila “sardine”.

L’idea è stata lanciata da quattro giovani amici bolognesi: poco più che trentenni,hanno scelto il simbolo del pesce in occasione della visita dell’ex ministro dell’Interno nel capoluogo felsineo. Una sardina che è niente rispetto allo “squalo” ma che, se unita a tutte le altre, può fare la differenza. "Stretti come le sardine per frenare la Lega", questo insomma il messaggio che accompagnerà anche la manifestazione del capoluogo salentino.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Violento schianto in centro, coinvolto il musicista Nando Popu

  • Forestali, denunce a raffica. E sequestrate 98mila piantine di melograno

  • Carabiniere e “Le Iene” sott’accusa, chiesti 100mila euro di risarcimento

  • Spaccio di droga: in 14 a processo. Tra loro l’imprenditore dei vini Gilberto Maci

  • Dove c'era il lido, ecco spuntoni e detriti: scattano di nuovo i sigilli

  • Nuova ondata di maltempo: allerta arancione in attesa delle violente raffiche di vento

Torna su
LeccePrima è in caricamento