Con il sindaco Abaterusso due assessori e cinque consiglieri delegati

Insediata la giunta: vice sindaco è stata nominata Emanuela Lia. Nell'esecutivo cittadino ci sono altre tre donne

A sinistra, Gabriele Abaterusso.

PATU’ – Si è insediata questa sera la giunta comunale di Patù, guidata dal neo sindaco Gabriele Abaterusso, vincitore della competizione elettorale del 5 giugno con la lista “Centopietre”.

L’attuale primo cittadino, nella precedente consiliatura era il vice di Francesco De Nuccio che, eletto consigliere, ha ora avuto le deleghe all’Organizzazione e personale, Polizia Locale, Politiche Giovanili, Servizi Cimiteriali e Verde Pubblico (ricoprirà inoltre il ruolo di capogruppo di maggioranza).

Emanuela Lia è stata nominata vicensindaco e assessore alla Pubblica Istruzione, Partecipazione Popolare, Trasparenza e Comunicazione e vicesindaco. L'altro assessore è Gianfranco Melcarne, con deleghe al Turismo, Promozione e Valorizzazione del Territorio e delle Tradizioni Popolari, Attività Produttive.

Consiglieri delegati sono  Mirco Rizzo, Traffico e Mobilità, Patrimonio e Manutenzione, Promozione dello Sport, Urbanistica e Assetto del Territorio;  Roberta Panico, che si occuperà di Associazionismo, Volontariato e Lavori Pubblici; Pina Leo con competenza su Politiche Sociali, Politiche del Lavoro, Cultura e Beni Culturali (e conferma come responsabile dell’Ambito Territoriale Sociale di Gagliano del Capo) mentre le deleghe alla Salvaguardia dell’Ambiente, Igiene Ambientale e Pari Opportunità sono andate a Monica Torsello.

“Si tratta – ha dichiarato Gabriele Abaterusso, che ha tenuto la delega al Bilancio – di una squadra di persone capaci, preparate e legate al territorio. Il lavoro che saremo chiamati a svolgere da qui ai prossimi cinque anni sarà sì quello di proseguire sulla strada intrapresa dall’amministrazione uscente, ma soprattutto quello di guardare al futuro e di mettere in campo politiche innovative, strumenti e azioni capaci di lanciare Patù nel 2020. Il gruppo di lavoro che mi accompagnerà, quindi, condivide l’idea di aprirsi al mondo della scuola, delle imprese e alla società e sono certo che insieme svilupperemo un lavoro collegiale e di squadra, con la massima disponibilità al dialogo e al confronto tanto nelle istituzioni quanto con i cittadini che hanno riposto in noi tutta la loro fiducia”.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Colto da malore al volante, fa a tempo ad accostare ma poi muore

  • Si recide l'arteria radiale del polso potando i suoi ulivi: 67enne muore dissanguato

  • Agenzia funebre nel mirino: data alle fiamme da ignoti, del tutto distrutta

  • Un violento scontro fra due veicoli: feriti entrambi i conducenti

  • Rimandata a casa con un antidolorifico per l’emicrania, ma aveva un ictus: indagato il medico

  • Mafia, droga e spari all’ombra delle “Vele”, chieste condanne per due secoli e mezzo

Torna su
LeccePrima è in caricamento