"Sulla scuola di via Roma nessuna strumentalizzazione"

L'asessore alla Pubblica istruzione Andrea Corvaglia replica al Comitato dei genitori: "Il plesso non sarà né chiuso, né sgomberato: allarmismo e proteste sono ingiustificati"

"Per evitare strumentalizzazioni avevo disposto l'inizio dei lavori, d'intesa con il dirigente scolastico Donato Ulivo, in concomitanza con la fine dell'anno scolastico e vigilerò che ciò accada anche da semplice cittadino". L'assessore Andrea Corvaglia spiega in questo modo la situazione della scuola elementare di viale Roma, dipendente dall'istituto comprensivo Stomeo-Zimbalo, puntualizzando che l'amministrazione comunale non avrebbe affatto intenzione di chiudere l'edificio e sgomberarlo.

Nel caso della scuola in questione Corvaglia precisa quindi che l'intenzione dell'amministrazione era di spostare tre classi nello stesso edificio, in modo da poter procedere nei lavori di ristrutturazione programmati per concluderli prima dell'inizio del nuovo anno scolastico.

"Mi preme spiegare che il plesso in questione ha ventisei aule, oltre al laboratorio multimediale e alla sala professori, e l'attuale popolazione scolastica si compone di quindici classi di elementare e di media. Quindi risultano ben sette aule in esubero. Non capisco l'allarmismo e le proteste del Comitato dei genitori. Ritengo gratuiti gli attacchi personali, in quanto non vi era e non vi è alcun ‘interesse di propaganda elettorale' nella vicenda, caso mai il contrario operando sempre nell'esclusivo interesse degli alunni, anche quando questi collidono con quello di terzi, siano questi docenti o genitori".
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Allora - si chiede Corvaglia - perché tutto questo? L'amministrazione comunale sta cercando di regolarizzare una situazione di illegittimità diffusa nell'uso dei plessi scolastici dipendenti dall'Istituto Stomeo-Zimbalo. Ritenendo che l'accaduto possa essere causa di confusione ed ingiustificato e procurato allarme - annuncia l'assessore alla Pubblica istruzione - porterò la vicenda all'attenzione della competente autorità giudiziaria".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si scontra con un'auto e vola dalla bici, grave un 11enne

  • Mistero a Nardò: dopo la cena con marito e figli scompare nel nulla

  • In acqua per fare snorkeling, annega mamma 44enne in vacanza

  • Auto reimmatricolate in Italia con documenti falsi: un salentino nei guai

  • Malore mentre si trova in acqua: riportato a riva, ma ormai senza vita

  • Paura sulla tangenziale: ragazza perde il controllo e finisce sul guardrail

Torna su
LeccePrima è in caricamento