homemenulensuserclosebubble2shareemailgooglepluscalendarlocation-pinstarcalendar-omap-markerdirectionswhatsappenlargeiconvideolandscaperainywarningdotstrashcar-crashchevron_lefteurocutleryphoto_librarydirectionsshoplinkmailphoneglobetimetopfeedfacebookfacebook-circletwittertwitter-circlewhatsapptelegramcamerasearchmixflagcakethumbs-upthumbs-downbriefcaselock-openlog-outeditfiletrophysent_newscensure_commentgeneric_commentrestaurant_companieslocation-arrowcarbicyclesubwaywalkingicon-cinemaicon-eventsicon-restauranticon-storesunnymoonsuncloudmooncloudrainheavysnowthunderheavysnowheavyfogfog-nightrainlightwhitecloudblackcloudcloudyweather-timewindbarometerrainfallhumiditythermometersunrise-sunsetsleetsnowcelsius

Teresa Bellanova: incontri nel suo Salento per parlare di legge di stabilità

Oggi a Casarano, domani a Lizzanello: al centro le opportunità per le imprese per far ripartire in comparto produttivo

Teresa Bellanova.

CASARANO - Tornare a scommettere sull’impresa, a fare investimenti, a puntare sul manifatturiero di qualità e sul made in Italy, sulle imprese di territorio. Perché, e lo ribadisce più volte, la differenza tra internazionalizzazione e delocalizzazione è proprio qui. Naturalmente “non possiamo impedire alle aziende di delocalizzare ma possiamo sostenere chi sceglie di restare e di produrre in Italia, creando nel nostro Paese posti di lavoro, opportunità, futuro”.  

E’ quanto affermato questa mattina dal viceministro Teresa Bellanova a Casarano. Fresca di nomina, è intervenuta all’incontro sul tema “Le opportunità per le imprese nella Legge di stabilità 2016”.

“Sono felice - ha detto - che il primo appuntamento pubblico nel mio nuovo impegnativo ruolo sia nella mia terra, e in un distretto produttivo che conosco bene. E sono felice di poter discutere dei risultati dell’azione di governo con quelle che io considero l’ossatura strategica del nostro sistema produttivo: le piccole e medie aziende”.

“A differenza degli scorsi anni - ha poi proseguito Teresa Bellanova - oggi possiamo parlare di alcune centinaia di migliaia di rapporti di lavoro in più a tempo indeterminato. Sta accadendo perché abbiamo assunto la responsabilità e la fatica dell’azione di governo. Che non è solo la Riforma del lavoro ma una rete di azioni per creare nuova e buona economia. Certo, noi creiamo lavoro buono se definiamo regole flessibili che consentono all’imprenditore di sapere quali sono gli strumenti a diposizione e se li può agire, o se disegniamo un mercato del lavoro più inclusivo ma soprattutto creiamo opportunità di lavoro se insieme alle flessibilità del mercato del lavoro riusciamo a far ripartire l’economia, se nelle imprese si ritorna a produrre”.

“E’ con queste aziende, con questi imprenditori, che noi scegliamo di fare un patto: con chi scommette sulla ripresa e sulla ripartenza del nostro sistema produttivo”. E Teresa Bellanova non si ferma qui. Domani, domenica 31 gennaio, per parlare di Legge di stabilità, Bellanova sarà ancora nel Salento. A Lizzanello, per la precisione, nel centro polifunzionale “De Giorgi”, per un incontro sul tema: “Le Riforma per la crescita e lo sviluppo. Legge di stabilità 2016”. Inizio previsto alle 10.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (1)

  • Portate nella Città Di lecce il signor Blasi per essere candidato come sindaco visto che e una persona onesta e preparato nel sociale i cittadini lo aspettano con cuore sono sicuro che va in buona fine alla sua candidatura per essere eletto il primo cittadino è aiutare la Città a crescere scusate gli errori

Notizie di oggi

  • Eventi

    La Notte della Taranta diventa una grande maratona della solidarietà

  • Cronaca

    L’amica non ha notizie da Facebook e chiede aiuto: 56enne trovata senza vita

  • Politica

    La Festa di Sant’Oronzo senza i tradizionali fuochi: il contributo dei leccesi ai terremotati

  • Politica

    “La strada 275 si farà”: così il prefetto interviene sulla vertenza Palumbo

I più letti della settimana

  • La Festa di Sant’Oronzo senza i tradizionali fuochi: il contributo dei leccesi ai terremotati

  • Sant’Oronzo, piano traffico per i giorni di festa: navette e apertura di Piazza Mazzini tra le novità

  • La Notte della Taranta diventa una grande maratona della solidarietà

  • Buche e mattonelle sconnesse, ferirsi in una città "europea"

  • Dramma degli operai della 275: i sindacati sollecitano le istituzioni

  • Clochard trovato morto in periferia, Rotundo chiede accesso agli atti

Torna su
LeccePrima è in caricamento