Trasferimento Sert, Poli: "Rotundo, cosa rivendichi?"

Disputa fra sindaco e candidato dell'Unione. "Si finge di non conoscere l'iter, che dura da 4 anni. Fu Mariangela De Carlo a sollevare per prima il problema del disagio dei residenti"

adriana-poli-bortone-3
Nei giorni scorsi Antonio Rotundo, candidato sindaco dell'Unione, ha avuto un incontro con gli operatori del Sert Dipartimento dipendenze patologiche della Asl Le/1, presso la sede di via Emilia. Durante l'appuntamento, che è rientrato nel giro di consultazioni elettorali, s'è sollecitato il trasferimento presso la nuova sede, nel padiglione dell'ex ospedale psichiatrico, in via Miglietta.

Oggi, il commento di Adriana Poli Bortone. Che ironizza. "Adesso siamo tutti più tranquilli. Antonio Rotundo ci ha fatto sapere che è imminente il trasferimento del Sert al padiglione dell'ex Opis. Peccato che ancora una volta il candidato sindaco del centrosinistra arrivi in netto ritardo sulla questione e, soprattutto, peccato che Rollo faccia finta di non conoscere tutto l'iter della vicenda".

Secondo il primo cittadino, i reali termini della questione sarebbero diversi da quanto evidenziato da Rotundo. "Siamo stufi delle sue furbizie - ha proseguito Adriana Poli Bortone - esiste un percorso, lungo 4 anni, che noi abbiamo intrapreso e portato a termine e di cui oggi il candidato sindaco si appropria. E' stato il presidente della terza Circoscrizione, Mariangela De Carlo, a sollevare per primo il problema del disagio dei residenti della zona di via Emilia causato dalla presenza dei fruitori del Sert già nel marzo 2003, a cui segue apposita delibera circoscrizionale del 22 maggio che contiene la proposta di trasferimento".

"Il 12 giugno dello stesso anno - ha proseguito la Poli - ho inviato io stessa una nota alla Asl con la quale ho evidenziato i contenuti della delibera e sollecitato il trasferimento. L'8 giugno 2004 l'allora direttore generale Ambrogio Francone ci ha comunicato l'esito positivo dell'iter che concerne il trasferimento. Il 30 dicembre 2004 la Asl Le/1 (delibera n. 4821) ha approvato il progetto esecutivo relativo ai lavori di ristrutturazione della palazzina individuata quale nuova sede del Sert ed il 17 gennaio 2005 lo ha comunicato al presidente De Carlo. Quale paternità - si chiede Adriana Poli Bortone - può rivendicare Rotundo su tutto questo percorso e perché Rollo fa finta di provvedere oggi, d'incanto, su sua sollecitazione?".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tampona un autoarticolato, donna di 57 anni muore intrappolata

  • Spaccio e furto, coppia nei guai. Lei si finge incinta per evitare il carcere

  • Violento impatto fra due veicoli, ragazza di 19 anni in Rianimazione

  • Operazione "Vele": mafia, droga e spari, oltre 40 davanti al giudice

  • Cicloturista preso in pieno da un'auto: deceduto dopo il trasporto in ospedale

  • Bimba di 9 anni nel negozio. "Portata in una stanzetta e palpeggiata"

Torna su
LeccePrima è in caricamento