Caso parcheggio del "Panico" e sequestri, è scontro politico aperto

Il Pd replica ai consiglieri di minoranza che attaccano il sindaco Coppola. "Avvelenano il clima e screditano le istituzioni"

TRICASE – Lo scontro, come facilmente preventivabile, sta raggiungendo sempre più il terreno politico. Al centro di tutto, il caso dei sequestri all’intero dell’area nei pressi dell’ospedale “Cardinale Panico” di Tricase, dove stanno sorgendo oltre novanta posti auto per i dipendenti del nosocomio.

L’intervento è stato svolto dai finanzieri della tenenza locale per presunte difformità, notizia diffusa in anteprima assoluta da LeccePrima, e per le quali sono al vaglio le posizioni del progettista dei lavori, che è anche il sindaco, Antonio Giuseppe Coppola, la proprietà del terreno (che ricade in capo alla “Pia fondazione di culto e religione cardinale Panico”) e la ditta incaricata di eseguire le opere.

I cinque consiglieri comunali di opposizione di Tricase Nunzio Dell’Abate, Gianluigi Forte, Vito Zocco, Pasquale Scarascia e Guerino Alfarano, il giorno successivo, avevano contestato soprattutto “l’incompatibilità e il conflitto d’interessi” di Coppola nell’esercizio della professione di ingegnere, rispetto alla posizione di primo cittadino, citando il regolamento comunale. Insomma, un polverone nel polverone e oggi vede una risposta del circolo locale del Partito democratico, il quale “intende precisare” che “occorre sottolineare l’importanza del progetto presentato, finalizzato ad armonizzare e decongestionare il traffico legato alla struttura dell’ospedale che rappresenta un’eccellenza nel panorama della sanità pugliese ed un orgoglio della città”.

Il Pd, da un lato, non può che prendere atto del fatto che “certamente sarà necessario che l’opera venga eseguita in maniera ineccepibile dal punto di vista formale e delle autorizzazioni e auspichiamo che anche le incresciose vicende di questi giorni possano essere risolte rapidamente affinché ogni eventuale di irregolarità possa essere risolta ed i lavori possano riprendere presto”.

Dall’altro, però, nella nota a firma del segretario cittadino, Stefano Valli, e del capogruppo del Pd al Consiglio, Carmine Zocco, il circolo ritiene che “il confronto politico debba sempre svolgersi entro i confini del rispetto delle persone e il più possibile all’interno degli organismi istituzionali, quindi non condividiamo le azioni politiche mosse da tentazioni populiste e giustizialiste che si esprimono con aggressioni personali e non appaiono legate invece ai bisogni reali dei cittadini”.

A loro dire, dunque, sarebbe “inopportuno il comportamento dei consiglieri di minoranza che, paventando situazioni di abuso di potere del sindaco Coppola e di sudditanza, per non dire di peggio, dei responsabili degli uffici, compiono un atto di avvelenamento del clima politico che ha come unico risultato concreto quello di screditare le istituzioni di cui loro stessi fanno parte”. L’accusa è, dunque, quella di “un irrimediabile disinteresse per un confronto politico sereno da parte dell’opposizione che, piuttosto, preferisce occuparsi di questioni giudiziarie e personali del sindaco”. 

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (1)

  • non vi preoccupate, anche in questa occasione l'acclamato ospedale d'eccellenza avrà il suo parcheggio. I Tricasini continueranno a essere orgogliosi del loro ospedale, peccato che per il resto dell'area sud l'ospedale di Tricase non è altro che una mancata opportunità. Come dimenticare che per potenziare l'ospedale "PRIVATO CONVENZIONATO" di Tricase sono stati chiusi Poggiardo e Gagliano. Chi ne paga le conseguenze? Un vecchio detto dice che se altro non hai ti devi adeguare. Tanto rispetto per chi gestisce l'Ospedale di Tricase, che se gestito dai nostri politici sarebbe già fallito.

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Uccide la moglie e poi si toglie la vita: la tragedia nel centro di Zurigo

  • Cronaca

    Controlli a raffica, nel Salento oltre 1 milione di pezzi sequestrati

  • Economia

    Cresce il numero delle aziende in provincia di Lecce. Favorito il settore agricolo

  • Cronaca

    Pusher preparava dosi di eroina in casa, patteggia due anni e due mesi

I più letti della settimana

  • Macabra scoperta: ragazzino di 15 anni trovato senza vita nel letto dei genitori

  • Sgominata banda dei furti: tra gli otto arrestati anche il custode del depuratore di Taviano

  • Uccide la moglie e poi si toglie la vita: la tragedia nel centro di Zurigo

  • Scandalo del gasolio non raffinato: arrivano i primi risarcimenti

  • “Da Totò” spegne l’ultimo fornello. La città piange la morte lo storico ristoratore

  • Chiuso il cerchio sullo spaccio nelle Giravolte: in tre finiscono nei guai

Torna su
LeccePrima è in caricamento