La minoranza consiliare di Porto Cesareo: "Più decenza nei lavori in corso"

Le lamentele e i disagi dei cittadini sono diventati numerosi

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di LeccePrima

Noi tutti consiglieri comunali di minoranza di Porto Cesareo - Francesco Schito, Monica Viva, Luigi Fanizza, Stefano My - raccogliamo le numerosissime lamentele cittadine sulle modalità dei lavori in corso per la rete fognaria: lavori necessari ma Porto Cesareo è stravolto. Sono dei lavori milionari e le modalità d'esecuzione ci stanno proprio deludendo; infatti, molti i disagi e le situazioni indecorose che nessuno ha preventivamente spiegato in modo diretto e completo ai cittadini di Porto Cesareo.

Si riscontrano: inizi lavori e sospensioni, materiale di risulta non smaltito celermente, una mediocre pulizia che innesca ricettacoli di rifiuti vari ed aria malsana per la polvere e poi cartelli informativi carenti. La situazione di via De Pascalis (in foto), bretella tra Porto Cesareo e la provinciale Nardò-Avetrana in località il Poggio, è l'esempio-simbolo! Non sono lavori commissionati dall'Amministrazione comunale ma non per questo si deve assistere passivi ai disagi lamentati dei cittadini che in alcuni casi diventano anche dei maggiori rischi alla sicurezza stradale.

Inoltre, Porto Cesareo è già meta di turisti e visitatori, queste situazioni ci stanno danneggiando l'immagine e l'accoglienza con potenziali riflessi negativi sull'economia locale. Pertanto, compatti sollecitiamo l'Amministrazione Albano a garantire fattivamente condizioni di decenza e di rispetto per i cittadini e per Porto Cesareo, non basta un post su Facebook del Sindaco. Lavori sì, ma con decenza, ordine e controllo anche e soprattutto dalla nostra Amministrazione comunale. Il Sindaco prenda atto. Porto Cesareo (LE), 7.5.2017 Tutti i consiglieri di minoranza.

Torna su
LeccePrima è in caricamento