Video | Sfila nel centro storico il corteo contro il Decreto sicurezza di Salvini

Colorita, con ritmi musicali e canzoni d'accompagnamento, è approdata in piazza Duomo

Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...
 

Anche l'arcivescovo di Lecce, monsignor Michele Seccia, ha voluto accompagnare il corteo organizzato dal Coordinamento leccese, che ha riunito associazioni di ogni tipo (fra cui studentesche, di tipo politico, religiose), con un suo discorso, rivolto a fedeli e non, lanciando un messaggio di speranza sul tema dell'accoglienza. Come noto, si era già schierato in tono polemico rispetto al Decreto sicurezza del vicepremier Matteo Salvini. Vi hanno partecipato anche diversi esponenti del mondo politico, fra cui alcuni sindaci. 

Il discorso di monsignor Seccia, accolto da un caloroso applauso, è stato uno dei momenti principali della manifestezione che s'è snodata nel centro di Lecce, festosa e colorita, accompagnata da musiche e canti, per protestare verso le politiche dell'attuale governo in tema di migranti.  Partita alle 16 da Porta Napoli, ha poi raggiunto piazza Duomo. Davanti al presepe allestito al centro, è stato esposto lo striscione con la scritta: "Sicuri di essere umani". 

"Le attuali politiche di discriminazione - hanno detto nei giorni scorsi, annunciando la manifestazione - sono il frutto di una becera propaganda di odio, che nulla ha a che vedere con il problema sicurezza e che si pone in aperto contrasto con i principi di solidarietà e pace che dovrebbero invece contraddistinguere gli ideali dei Paesi europei".

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (7)

  • Per chiedere soldi in ogni angolo ed ogniddove si sono integrati perfettamente. Spesso ho offerto loro colazioni al bar e francamente non mi sento razzista o chissà cosa. Come cittadino esigo però il rispetto delle leggi e mi disgusta ascoltare politici che temano contro lo stato perché è come se un giudice applaudisse ai ladri!

  • Dovremmo porgere l'altra guancia a chi ha trucidato due ragazze italiane e dichiarato di voler camminare con i cavalli in S.Pietro? Ma per favore basta con ste pagliacciate e pensate piuttosto ai poveri senza tetto e tetremotati italiani che stanno ancora al gelo!

    • concordo pienamente con il sig. Roberto; prima gli ITALIANI. Sabato sera 06/1/2019 mi è capitato di vedere tre giovani migranti (18-20 anni) vicino al bancone della coop con iphone e Samsung di ultima generazione. E queste sono le persone che hanno bisogno?? Ma per favore......... sono i nostri terremotati e persone anziane con meno di 500 euro di pensione che hanno veramente bisogno. Apriti l'occhi vui ca ve reputati ITALIANI.

      • E chi te l'ha detto che erano migranti e non ragazzi integrati, magari figli di ex migranti che magari, magari, magari, magari (udite udite) lavorano? E chi te l'ha detto che questi ragazzi magari non lavorino anche loro? O avevano scritto in faccia: "Io sono appena sbarcato con l'iPhone in mano sulla spiaggia?"

        • fai molta attenzione ai video dei migranti che fanno vedere in televisione o meglio rivedine qualcuno di qualche sbarco o riprese a bordo delle navi, spesso si sono visti chiaramente gli Iphone. Prova ad andare dove alloggiano e poi commenta..

  • Estikatsi ?!?!?

Potrebbe Interessarti

  • Cronaca

    Video | L'intercettazione: "Ti diamo quello che vuoi, abbiamo anche gli ovuli"

  • Cronaca

    Video | Il secondo mortale in pochi giorni: nulla da fare per uno dei conducenti

  • Incidenti stradali

    Video | Paura sulla Gallipoli-Lecce: quattro autovetture coinvolte, una si ribalta

  • Cronaca

    Video | Operazione Vele, la conferenza stampa: "Fiumi di cocaina"

Torna su
LeccePrima è in caricamento