Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Video | Sfila nel centro storico il corteo contro il Decreto sicurezza di Salvini

Colorita, con ritmi musicali e canzoni d'accompagnamento, è approdata in piazza Duomo

 

Anche l'arcivescovo di Lecce, monsignor Michele Seccia, ha voluto accompagnare il corteo organizzato dal Coordinamento leccese, che ha riunito associazioni di ogni tipo (fra cui studentesche, di tipo politico, religiose), con un suo discorso, rivolto a fedeli e non, lanciando un messaggio di speranza sul tema dell'accoglienza. Come noto, si era già schierato in tono polemico rispetto al Decreto sicurezza del vicepremier Matteo Salvini. Vi hanno partecipato anche diversi esponenti del mondo politico, fra cui alcuni sindaci. 

Il discorso di monsignor Seccia, accolto da un caloroso applauso, è stato uno dei momenti principali della manifestezione che s'è snodata nel centro di Lecce, festosa e colorita, accompagnata da musiche e canti, per protestare verso le politiche dell'attuale governo in tema di migranti.  Partita alle 16 da Porta Napoli, ha poi raggiunto piazza Duomo. Davanti al presepe allestito al centro, è stato esposto lo striscione con la scritta: "Sicuri di essere umani". 

"Le attuali politiche di discriminazione - hanno detto nei giorni scorsi, annunciando la manifestazione - sono il frutto di una becera propaganda di odio, che nulla ha a che vedere con il problema sicurezza e che si pone in aperto contrasto con i principi di solidarietà e pace che dovrebbero invece contraddistinguere gli ideali dei Paesi europei".

Potrebbe Interessarti

Torna su
LeccePrima è in caricamento