Il rustico leccese

Con la nuova immagine della rubrica è doverosa una ricetta tradizionale salentina, è uno spuntino ghiotto che fa gola in tutte le ore del giorno anche semplicemente passeggiando per la strada

foto www.flaviomassari.it

Il rustico leccese

Con la nuova immagine della rubrica è doverosa una ricetta tradizionale salentina,  è uno spuntino ghiotto che fa gola in tutte le ore del giorno anche semplicemente passeggiando per la strada
 
Ingredienti per  4 rustici medi:
2 rotoli di pasta sfoglia
300 g di mozzarella 
4 o 5 pomodori pelati sgocciolati
1 uovo
sale
pepe
per la besciamella:
500 ml di latte
50 g di farina 00
30 g di burro
sale
pepe
noce moscata
 
Preparazione:
per preparare la besciamella, mettete sul fuoco in una casseruola media il burro e fate sciogliere completamente.
Aggiungete la farina, mescolate, versate il latte sul composto a filo. Abbassate la fiamma al minimo, salate, pepate e macinate della noce moscata, sempre mescolando. Proseguite la cottura per ottenere la consistenza di una crema molto densa. Lasciate intiepidire.
 
Sminuzzate i pomodori con una forchetta e condite con sale e pepe macinato. Tagliate la mozzarella a cubetti, che potrete unire alla besciamella. Sulla spianatoia leggermente infarinata stendete la pasta sfoglia. Con l’aiuto di un tagliapasta, o di un piattino da caffè, ritagliate i dischi di circa 10 cm di diametro, di numero pari.
 
La sfoglia avanzata non va rimpastata ma, semplicemente sovrapposta e stesa con il matterello ed usata per delle pizzette al pomodoro. Sulla metà dei dischi distribuite un cucchaio di besciamella, al centro, qualche cubetto di mozzarella ed infine il pomodoro. Inumidite il bordo dei dischi di pasta con l’uovo sbattuto per consentire all’altro disco di aderire.
 
Con le mani allargate leggermente il centro del disco che servirà per coprire ed adagiatelo sul ripieno pressando delicatamente tutt’intorno in modo da formare la classica cupola centrale.  Lasciate riposare in frigo, coperti, per almeno un paio d’ore. Riprendete e spennellate tutta la superficie con l'uovo sbattuto. Infornate in forno molto caldo a 240° per 10/15 minuti, e comunque fino a colorazione. Servite appena sfornati.
 
Tempo di preparazione: 50’ c.
riposo: 2 h
cottura in forno: 15’
difficoltà: media
stagione consigliata: tutte
 
Vino consigliato: Primitivo del Salento Igt Rosso
 
Curiosità: il rustico leccese è un alimento inserito nell’Elenco nazionale dei prodotti agroalimentari tradizionali.
La sua origine è sconosciuta ma non si tratta certamente di una preparazione antica o tipicamente contadina, anzi la presenza della pasta sfoglia e soprattutto della besciamella lo riportano ai famosi vol-au-vent francesi con una probabile reinterpretazione da parte di qualche nobile locale.
 
Questo ricco saccottino viene sfornato caldo già di buon mattino, per colazione, ma è apprezzato in tutti i momenti della giornata o per cena passeggiando per le vie della città. Ai leccesi non toccate il rustico e il pasticciotto, ne andiamo veramente molto fieri e sono le prime due cose che si fanno assaggiare agli amici. E’ giusto segnalare che la pasta sfoglia preparata fresca darà un risultato ottimale, ma data la difficoltà della preparazione si può tranquillamente usare quella confezionata. 
 
www.cookingexperience.it

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mafia, estorsioni e droga: disarticolato gruppo vicino al clan Tornese

  • Rogo nel negozio per le feste: in manette ex gestore del "Twin Towers"

  • Cicloturista preso in pieno da un'auto: deceduto dopo il trasporto in ospedale

  • Cede il cric durante il cambio della ruota del tir: ferito un meccanico

  • Paura in volo: piccolo aereo sfonda il muretto di un'abitazione

  • Fermati in centro per controllo: dosi di eroina nell'auto, due in manette

Torna su
LeccePrima è in caricamento