Dubbi sulle assunzioni degli operatori socio-sanitari: incontro in Asl

Il consigliere regionale Aldo Aloisi aveva segnalato presunte anomalie nella procedure dell'avviso pubblico. Ad oggi, fa sapere Asl, firmati i contratti per circa 200 nuovi dipendenti

LECCE - Sono circa 200 gli operatori socio-sanitari assunti dalla Asl di Lecce per incarichi a tempo indeterminato dopo l'ultimo avviso pubblico. Lo precisa Asl Lecce dopo i chiarimenti chiesti dal consigliere regionale Aldo Aloisi. Il commissario straordinario, Rodolfo Rollo e il direttore amministrativo, Antonio Pastore, e il dirigente dell'area del personale, hanno incontrato l'esponente politico. 

L'azienda ha ribadito che il sistema di verifica dei requisiti dei candidati chiamati a firmare il contratto sta funzionando regolarmente e che i dovuti controlli saranno eseguiti anche per le assunzioni che sono ancora in programma. La procedura di avviso pubblico è stata gestita da una società esterna, secondo un modello adottato dalle pubbliche amministrazioni quando è prevista una partecipazione molto ampia: nel caso specifico si trattava di 4mila candidati che hanno inviato la domanda per entrare in graduatoria. 

Il presidente di Azzurro Popolare, già a fine maggio, si era rivolto al presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, facendo riferimento ad anomalie "gravi e preoccupanti".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Colto da malore al volante, fa a tempo ad accostare ma poi muore

  • Un violento scontro fra due veicoli: feriti entrambi i conducenti

  • Si recide l'arteria radiale del polso potando i suoi ulivi: 67enne muore dissanguato

  • Dopo la confisca, “testa di legno” per ditta in odor di mafia: sigilli a patrimonio dei De Lorenzis

  • I pacchi? In casa della postina infedele. E il figlio scovato con la droga

  • Rimandata a casa con un antidolorifico per l’emicrania, ma aveva un ictus: indagato il medico

Torna su
LeccePrima è in caricamento