Quale futuro per l'ospedale di Galatina? L'Asl esclude l'ipotesi disattivazione

Il Commissario Rollo, invitato dal sindaco Amante, ha parlato della nascita di un Polo di area medica con il potenziamento dell’attività chirurgica di elezione

In foto: un momento dell'incontro a Galatina

GALATINA – Che ne sarà del “Santa Caterina Novella” di Galatina? L'ospedale, lo ricordiamo, è uno dei più colpiti dal piano di riordino ospedaliero, firmato dalla Regione Puglia, che prevede anche gli accorpamenti e la soppressione di alcuni reparti.

Alle chiusure è corrisposta l'apertura di 5 ambulatori medici in città, ma la polemica animata da chi ha temuto che la struttura potesse chiudere i battenti non si è mai placata. Tant'è che il consigliere d'opposizione Giampiero De Pascalis ha presentato ricorso al Tar di Lecce e l'udienza è fissata il 17 novembre.

Il sindaco Marcello Amante intanto ha invitato l'attuale commissario straordinario della Asl di Lecce, Rodolfo Rollo, a fare un sopralluogo nel nosocomio. All'incontro hanno partecipato anche i primi cittadini del distretto di Galatina, i direttori De Maria ed Esposito, insieme ai dirigenti medici delle unità operative.

In quella circostanza Rollo ha spiegato quale sarà il futuro dell'ospedale, illustrando i programmi che la Asl e la Regione Puglia hanno elaborato per rivitalizzare la struttura.  

L'intenzione è quella di avviare un percorso per la nascita di un Polo di area medica con il potenziamento dell’attività chirurgica di elezione, prevedendo il ritorno dei posti letto in reparto, così come anche per ortopedia. In più prevedono l’attivazione di un reparto riabilitativo.  

“Idee chiare di una rifondazione dell’ospedale che dovrà assumere un preciso ruolo e una propria connotazione nel sistema sanitario provinciale, accantonando definitivamente ogni ipotesi di disattivazione”, ha commentato Amante.

Il primo cittadino si è complimentato per il confronto franco che ha chiarito il quadro normativo e dal quale sono scaturite risposte soddisfacenti.  

“Il sistema sanitario regionale cambia e in questo cambiamento la capacità di cogliere le opportunità può essere determinante – ha aggiunto-. Abbiamo scelto con determinazione la strada degli argomenti per trovare punti d’incontro e non di scontro, nell’interesse della collettività”.

Sulla stessa lunghezza d'onda è il dottor De Maria, direttore sanitario dell’ospedale: “Rispetto a due anni fa l’atteggiamento verso questo ospedale è cambiato molto: devo prendere atto dei lavori che sono ripresi, il rapporto con la direzione generale è molto diverso rispetto al passato quando si era deteriorato. L’attivazione del week surgery, il mantenimento dell’attività ostetrico- ginecologica e pediatrica, tutte cose di cui dobbiamo prendere atto perché ci troviamo in una condizione migliore rispetto al passato, quando sembrava che aspettassimo solo l'inevitabile chiusura.”

Il Commissario Rollo ha preso degli impegni chiari, rispetto ai quali continueremo ad incalzare la direzione della Asl e il presidente Michele Emiliano”, ha assicurato in chiusura il sindaco Amante.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mafia, estorsioni e droga: disarticolato gruppo vicino al clan Tornese

  • Rogo nel negozio per le feste: in manette ex gestore del "Twin Towers"

  • Cicloturista preso in pieno da un'auto: deceduto dopo il trasporto in ospedale

  • Cede il cric durante il cambio della ruota del tir: ferito un meccanico

  • Paura in volo: piccolo aereo sfonda il muretto di un'abitazione

  • Fermati in centro per controllo: dosi di eroina nell'auto, due in manette

Torna su
LeccePrima è in caricamento