Un draghetto per amico per i bimbi di Pediatria. I colori del Carnevale in corsia

Questa mattina la consegna del “babalù”, il portaflebo in legno donato dal comitato del Carnevale di Galatone e dal progetto “Sorrisi in rete” al reparto di Pediatria del Sacro Cuore di Gesù

GALLIPOLI - I colori e l’allegria irriverente e travolgente del carnevale viaggiano in corsia e nel reparto di Pediatria dell’ospedale Sacro Cuore di Gesù. La variopinta iniziativa è legata alla consegna, avvenuta questa mattina presso il nosocomio ionico, di un regalo speciale per l’unità operativa di Pediatria e per i piccoli pazienti. A rallegrare le giornate di degenze sono arrivati in dono dei giocattoli e in particolare il “babalù” il draghetto portaflebo in legno e trasportabile che diventerà sicuramente uno dei compagni di gioco preferito dei bambini ricoverati.             

Il bel regalo è stato donato su iniziativa del Comitato del Carnevale Galatonese, da anni gemellato anche con la storica kermesse gallipolina, nell’ambito del progetto “sorrisi in rete” tramite l’associazione “Portatori sani di sorrisi” e nell’ambito della manifestazione della sagra del Carnevale. Sono ben sette i babalù che sono stati consegnati al personale medico e sanitario del reparto, diretto dal dottor Alessandro Tronci, alla presenza del presidente del comitato Luigi Margiotta Casaluci, del vicepresidente Emanuele Gatto e dell'assessore ai Servizi sociali del Comune di Galatone, Caterina Dorato. Il draghetto portaflebo del progetto “Sorrisi in Rete” oltre alla sua funzione ludica è anche utile per l’assistenza medica essendo dotato di un computer all in one touch screen con collegamento internet via cavo e di una stampante laser di servizio.

Il progetto “Sorrisi in rete” si inserisce insieme agli altri, in quello più ampio legato all’iniziativa “Pediatrie in Festa”, e tutti i progetti sono guidati dalla medesima mission, quella dell’umanizzazione delle cure e degli spazi, per sdrammatizzare al massino l’approccio all’ospedalizzazione dei piccoli pazienti. Oltre ai babalù è arrivato anche il “Felicetto da corsia”, il microbar con cui i piccoli pazienti viaggeranno verso la sala operatoria o per effettuare i controlli in altri reparti, alleviando così lo stress. Le realtà associative che hanno promosso l’iniziativa oltre al comitato del Carnevale, sono il Samsara, Aci Racale di Massimiliano Rizzo, Sagra del Carnevale, il Milan Club Gallipoli e il Fondo di Mutualità ed Assistenza di Banca Popolare Pugliese.

La bella iniziativa di comunità ha ricevuto i complimenti e i ringraziamenti della direzione sanitaria dell’ospedale e dai medici del reparto di Pediatria, dell’assessore alla Sanità del Comune di Gallipoli, Angelo Mita, e dei sindaci Stefano Minerva e Flavio Filoni.     

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cade dal cestello durante la potatura degli alberi. Muore operaio di 49anni

  • Sommozzatore in un pozzo: all’interno i resti del piccolo Mauro?

  • Mezzo chilo di droga, pistole e munizioni: in manette zio e nipote

  • Assunzioni in Sanitaservice: pubblicato il bando per 159 posti

  • "Mi sta picchiando". Viene fermato due volte poco prima dell'alba e arrestato

  • Tenta di investire la ex, ma colpisce e manda in ospedale l'amico della donna

Torna su
LeccePrima è in caricamento