Studenti a lezione di cybersecurity. L’esperienza della Colacem tra in banchi

Laboratori e workshop tematici al Nautico di Gallipoli e al Falcone&Borsellino di Galatina con le imprese per formare i lavoratori

l'incontro formativo al Nautico

GALLIPOLI-  Nuovi incontri tematici e laboratori sui temi pregnanti della sicurezza e della cyber security nelle scuole del Salento dove studenti e corpo docente bussano alla porta del mondo del lavoro. A fare da spartiacque l’istituto Nautico di Gallipoli e l’istituto “Laporta-Falcone&Borsellino” di Galatina nei quali hanno preso il via due workshops per promuovere e diffondere la pratica digitale e la sicurezza sul lavoro, affrontando temi strategici fondamentali e di primario interesse per gli imprenditori e per gli studenti. Fattiva la collaborazione offerta, sul versante delle imprese, dalla Colacem spa.    

Sino al prossimo  5 aprile alcuni degli studenti delle scuole interessate dalla programmazione saranno impegnati in incontri formativi con i relatori del mondo dell’impresa per conoscere e acquisire quelle competenze oggi ricercate dalle aziende. In totale sono quattro i workshop in programma. I tavoli di lavoro coinvolgeranno gli studenti sul tema della sicurezza sul lavoro, le trasformazioni digitali, la cyber security e la privacy digitale. “I nostri alunni dal terzo anno cominciano i percorsi di orientamento, che un tempo si chiamavano scuola-lavoro: incontriamo importanti realtà industrial del mondo produttivo, come Colacem, per affrontare il tema della sicurezza a tutto tondo, anche quella su internet”  spiega la dirigente dell’istituto Vespucci di Gallipoli, Paola Apollonio, “i temi della sicurezza nel mondo del lavoro e in rete sono centrali per gli studenti che diventeranno lavoratori. Oggi si lavora soprattutto utilizzando le nuove tecnologie e una cultura della sicurezza può aiutare ad affrontare le insidie della rete. I ragazzi del Nautico e dell’indirizzo economico si confrontano concretamente con gli esperti su queste tematiche: sono dei laboratori importanti e anche molto pratici in cui entreremo in azienda per capire come funziona la sicurezza”.

I temi trattati riguardano due ambiti apparentemente distanti tra loro, ma di grande attualità, molto utili e interessanti per ragazzi in procinto di dover decidere il proprio futuro. E l’esperienza diretta negli stabilimenti della Colacem, la società umbra, leader nella produzione di cemento con vari sedi in Italia e all’estero, consentirà di tastare da vicino gli aspetti legati alla tecnologia e alla sostenibilità. “Sicurezza e cybersecurity hanno un ruolo chiave nelle aziende moderne” spiega direttore Gaetano Cafaro, “oggi si parla di cultura della sicurezza, per questo è necessario promuoverla fin dalla scuola: ecco perché abbiamo accettato l’invito della dirigente del Vespucci. Un lavoratore consapevole e preparato si comincia a formare sui banchi di scuola”. Al direttore generale dell’azienda, Fabrizio Pedetta, è stato inoltre affidato il compito di fare una panoramica sull’evoluzione del mondo del lavoro durante i workshop. In ambito di lavoro non mancherà un doveroso richiamo al tema della sicurezza. “Fare impresa significa avere la capacità di guardare al futuro e il futuro sono i nostri giovani” dice in merito il direttore Fabrizio Pedetta, “la sicurezza non è un fatto prettamente tecnico, ma culturale. Prima si semina la cultura e migliori sono i risultati: questo è il senso del nostro intervento”. La Colacem ha diversi impianti di produzione del cemento in tutto il mondo: a Galatina esiste un impianto costruito negli anni ‘50. In questo campo il tema della sicurezza è fondamentale. Renzo Rossi, responsabile infrastrutture e telecomunicazioni di Colacem, affronterà un argomento tecnico, ma che riguarda ormai la vita di tutti noi: “Internet &cybersecurity: l’impatto delle nuove tecnologie”. Attraverso casi studio di eccellenza per i quali i tecnici informatici del gruppo Colacem sono stati protagonisti, Rossi presenterà ai ragazzi le grandi trasformazioni che internet e con esso il mondo dei social, stanno producendo. Notevoli vantaggi, benefici e comodità da una parte nascondono anche insidie, sia per le aziende e sia per la privacy e la sicurezza. Non mancheranno quindi utili consigli da seguire per cercare da gestire al meglio l’uso del web. I due convegni promossi dai dirigenti  scolastici Andrea Valerini e Paola Apollonio dopo le prime due giornate del 27 e 28 marzo, proseguiranno il 4 (presso il Vespucci di Gallipoli) e 5 aprile (istituto Laporta-Falcone&Borsellino di Galatina) dell’aula magna dei due istituti e interesseranno gli studenti delle classi quarte e quinte delle scuole secondarie di secondo grado.

Potrebbe interessarti

  • Concertone Notte Taranta: quaranta brani per una notte senza soste

  • Balneazione, un pericolo da non sottovalutare: le correnti di risacca

  • Addio agli aloni su finestre e specchi, come lavare i vetri di casa

  • Pannelli fotovoltaici: come funzionano e i vantaggi

I più letti della settimana

  • Spaccio di cocaina nella "movida": 13 arresti e quattro locali rischiano la chiusura

  • Col volto travisato, avvicinano un bimbo: la madre li vede e urla, poi la fuga

  • Un tuffo dall’alta scogliera: lesioni cervicali per un 16enne

  • Briatore scatenato su Instagram: “A Gallipoli mandano via gli yacht”

  • Fingono di scaricare birra appostati davanti ai “paninari”: militari catturano il ricercato

  • Scu, droga a fiumi e spari nella notte: in 46 rischiano il processo

Torna su
LeccePrima è in caricamento