Studenti in protesta. “Scuola inagibile, la Provincia mantenga le promesse”

Nuovo presidio degli studenti nei pressi dell’istituto di Galatina per lamentare le carenze di aule, laboratori e per infiltrazioni

GALATINA – L’onda lunga della protesta studentesca non si ferma e continua la mobilitazione degli studenti del liceo Classico “Pietro Colonna” di Galatina per protestare contro la condizione di abbandono in cui versa il proprio istituto. Anche oggi gli studenti si sono astenuti dalle lezioni e manifestato, con striscioni e appelli, tutto il  loro malcontento. Un grido di dissenso che si è levato principalmente all’indirizzo dell’ente provinciale al quale hanno inequivocabilmente chiesto di “mantenere fede alle promesse fatte agli studenti”. La mobilitazione, partita già ieri, ha visto gli studenti assentarsi in massa in segno di protesta, ed proseguita questa mattina con un presidio che ha coinvolto tutta la popolazione studentesca dell’istituto per denunciare la condizione di inagibilità della scuola che ad oggi vede inutilizzabile quasi metà della struttura, la palestra e alcuni laboratori ed anche infiltrazioni d'acqua in un corridoio.

“Nonostante lo stanziamento di 750 mila euro per l’edilizia scolastica da parte della Provincia ottenuto grazie alla nostra mobilitazione del 16 novembre scorso e l’incontro avvenuto con il presidente Stefano Minerva il 26 novembre” lamentano dall’Unione degli studenti di Lecce “ancora oggi i nostri istituti versano in condizioni di insicurezza, è notizia di pochi giorni fa il crollo di una finestra presso il Capece di Maglie, e non garantiscono un corretto svolgimento della didattica, costringendoci a vivere in spazi scolastici in cui rischiamo la vita o non viene pienamente garantito il nostro diritto allo studio”.

Dall’ente di Palazzo dei Celestini, accusato di essere “sordo” alle richieste reiterate giunte dagli studenti dell’istituto di Galatina, è partita  proprio questa mattina una lettera per informare degli interventi legati all’edilizia ordinaria nelle scuole che sono in programma entro la fine dell’anno e il presidente Minerva, dopo ave verificato lo stato della situazione in quel di Maglie, ha chiesto proprio un aggiornamento anche sulle problematiche dell’istituto Colonna. “Siamo pronti ad iniziare il nuovo anno con interventi concreti" ha ribadito il neo presidente della Provincia. “La nostra città e la nostra provincia non corrispondono alla narrazione di innovazione che le amministrazioni cittadine e provinciali continuano a costruire, costringendoci ancora oggi a vivere in spazi scolastici e cittadini in cui noi studenti non abbiamo alcuna centralità” incalzano invece dal sindacato studentesco, “per questo continueremo a mobilitarci fin quando il diritto allo studio in tutti i suoi aspetti non diventerà una reale priorità”.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • settimana

    Pescatori dispersi, ricerche senza esito. Setacciati fondali e insenature

  • Attualità

    Raffiche di vento sferzano tutto il Salento. Alberi e pali abbattuti, vigili in azione

  • Scuola

    Calendario scolastico 2018-2019: date inizio, fine, vacanze regione per regione

  • Salute

    Partono i tirocini al Sacro Cuore. I primi otto “nuovi” infermieri in corsia

I più letti della settimana

  • Studente del “Vanini” protagonista al Campionato nazionale di calcolo mentale

  • L'Ateneo perde 45 ricercatori di tipo A: Cobas lancia l'allarme sull'effetto Gelmini

  • Alfiere della Repubblica per libri e letteratura. A Davide l’attestato di Mattarella

  • "Tecnici al lavoro per riparare i danni": l'Università interviene sui disagi del maltempo

  • Integrazione scolastica nell’Ambito 3. Niente sospensione, Tar concede il via libera

  • Anche Galatina dice stop alla plastica. Nella mensa solo posate e piatti biodegradabili

Torna su
LeccePrima è in caricamento