Si torna a sparare: un uomo ferito alla gamba da un colpo d’arma da fuoco

È accaduto nel cuore della notte, intorno alle 2, a Nardò. La vittima, un 30enne neretino, accompagnata preso l’ospedale locale. Indagano i carabinieri

L'auto dei carabinieri davanti all'ospedale.

COPERTINO – Si torna a sparare. Un uomo, nella notte, è stato infatti raggiunto da un colpo d’arma fa fuoco. Intorno alle 2, a Nardò, un proiettile di piccolo calibro, partito da una pistola, lo ha colpito all’altezza della gamba sinistra. Si tratta di Samuele De Bitonti, un 30enne neretino, noto alle forze dell’ordine per alcuni precedenti legati al mondo dello spaccio di sostanze stupefacenti.

L’agguato in Piazzetta Giulio Pastore nella zona 167 (in foto), nei pressi dell'auto del malcapitato. Un individuo, col cappuccio in testa per non essere riconosciuto, ha esploso il colpo dall'arma per poi dileguarsi, pare a piedi. Rimasto ferito, il 30enne è stato accompagnato dalla propria compagna presso il presidio sanitario "Sambiasi". Soccorso dagli operatori del 118, è stato trasferito d'urgenza presso l’ospedale “San Giuseppe da Copertino”, nell’omonima cittadina, dove si trova attualmente ricoverato nel reparto di Chirurgia, sotto la costante osservazione del personale medico. Le sue condizioni non sarebbero preoccupanti: la prognosi è stata infatti già sciolta e De Bitonti giudicato guaribile nell'arco di una ventina di giorni.7726976f-fdda-44fe-99be-848bc1db97de-2

È ora piantonato dai carabinieri della tenenza locale e dai militari della compagnia di Gallipoli, in attesa di poter essere ascoltato nell’ambito di una indagine avviata dai militari dell'Arma della stazione neretina. Al momento, il ferito non avrebbe rilasciato alcuna dichiarazione, né fornito indicazioni sull’identità dell’autore del gesto. Gli inquirenti stanno procedendo a setacciare la zona dell’accaduto, alla ricerca sia delle videocamere di sorveglianza, sia di tracce ematiche o di altri indizi utili alle indagini.

La pista maggiormente accreditata, almeno per il momento, sarebbe quella  della droga: gli investigatori dell'Arma stanno scavando tra i recenti contatti del ferito, per ottenere il maggior numero di informazioni sulle sue conoscenze e frequentazioni. Stando al quadro investigativo attuale, però, gli elementi sarebbero ancora insufficienti per indicare o sospettare di qualcuno. Nelle prossime ore, con ogni probabilità, potrebbe esserci una significativa svolta nell'indagine.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (2)

  • ragazzate...non esiste emergenza criminalità in salento e in puglia......lo ha detto salvini.....il problema serio arriverà in estate....i vu cumprà che disturberanno i villeggianti....ah povera italia

  • ottimo servizio

Notizie di oggi

  • settimana

    Truffe ad Inps anche coi bonus "Renzi": indagati due professionisti

  • Cronaca

    Razzia di notte a Sant'Isidoro: banda di ladri "visita" quindici villette estive

  • Attualità

    Plastica, pesticidi e antenne: le lotte future spiegate da un europarlamentare

  • Cronaca

    Abusi sulla figlia di otto anni: condannato a sette anni e mezzo il padre

I più letti della settimana

  • L’autopsia sulla giovane mamma: fatale una rara forma di embolia

  • Va a prendere il figlio maggiore e scopre che l'altro è chiuso nello scuolabus

  • Strada 275, colpo di sonno e finisce contro un furgone: in tre in ospedale

  • “Appena esco ci ritorno”. Ladro mantiene la promessa, di nuovo arrestato

  • Misterioso rogo nel negozio di attrezzature per party: fiamme devastano il locale

  • Pauroso incidente: travolto da un'auto mentre attraversa, in codice rosso

Torna su
LeccePrima è in caricamento