Spranga e pistola in tabaccheria: presa baby gang, è caccia al complice

Arrestati un 35enne e un 19enne di Ugento, incastrati da indumenti e filmati: sono i presunti autori del tentato colpo a Scorrano

Uno dei fotogrammi estratti dalle videocamere.

SCORRANO – Due giovani rapinatori in manette, accusati del colpo tentato lo scorso 23 gennaio in una tabaccheria di Scorrano. Marco Casciaro, 35enne di Ugento e un suo compaesano, Salvatore De Gaetani, di appena 19 anni, sono stati ammanettati questa mattina dai carabinieri magliesi, guidati dal capitano Giorgio Antonielli. Un terzo ragazzo è tuttora ricercato. I due, di cui uno armato di pistola e l’altro di una spranga, hanno minacciato la titolare della rivendita, dopo l’irruzione, costringendola sotto la minaccia dell’arma a consegnare l’incasso.

CASCIARO MARCO-2La vittima, senza opporre resistenza, ha indicato loro il cassetto nel quale erano custoditi i soldi. Ma, nel frattempo, ha però attivato il pulsante anti rapina, costringendoli alla fuga. I militari della stazione di Scorrano e della sezione operativa di Maglie, giunti immediatamente sul posto, hanno acquisito i filmati delle telecamere di sorveglianza presenti nelle vie limitrofe.  Quei fotogrammi hanno consentito di ricostruire un identikit dei tre malviventi, compreso quello che ha funto da autista e che era rimasto all’esterno della tabaccheria a mo’ di “palo”.

BABY GANG MAGLIE 2-2Un residente, peraltro, dopo l’accaduto ha inseguito la banda, ma i malviventi si sono dileguati minacciandolo con la pistola, fino a farlo desistere. Casciaro, secondo la ricostruzione degli inquirenti, avrebbe cercato poi di indirizzare le ricerche verso degli individui di nazionalità bulgara, rilasciando dichiarazioni palesemente false. Invece, tramite i contatti telefonici, i carabinieri sono riusciti a identificare le auto usate per la rapina. Il confronto con gli identikit degli altri due complici ha fatto poi il resto: sono infatti risaliti a De Gaetani e al terzo individuo non ancora trovato.

DE GAETANI SALVATORE-2Con la collaborazione dei militari casaranesi, i militari hanno trovato la prova schiacciante del coinvolgimento della bagy gang: durante la perquisizione poco dopo il colpo, infatti, sono spuntati indumenti e passamontagna rinvenuti in casa dei due arrestati. I due sono stati ristretti ai domiciliari mentre  il terzo complice, al momento irreperibile, è attualmente ricercato.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (5)

  • Baby gang o no interessa veramente poco o nulla. La cosa che mi inquieta è che questi, dopo una rapina a mano armata, sono ai domiciliari. Ma veramente a sti livelli siamo arrivati?!

  • ma è un pesce d'aprile? 19 anni uno è uomo, e l'altro di 35? baby gang???clickbait eh.

    • Avatar anonimo di Emilio Faivre
      Emilio Faivre

      No, assolutamente. Sono piccoli sotterfugi da quattro soldi che non ci appartengono. Siamo persone che lavorano, con nomi e cognomi reali. Volti reali. Non siamo venditori di fumo ed è già la seconda volta che lei, forte di un nome finto, scrive la stessa cosa. Continuerà ancora a lungo con quest'atteggiamento? Comunque, si tratta di semplici punti di vista diversi, considerando che il ricercato dovrebbe avere sui 20 anni e che, accoppiato al 18enne, fanno effettivamente un’età molto bassa. Ma io, per esempio, ritengo che non siano baby. La mia collega, sì. Che facciamo? Io, rispetto l’opinione della collega. Pur con un fuori quota di 35 anni. 

      • Appunto, si tratta di punti di vista, non se la prenda ;)

  • Un 19enne e un 35enne e si parla di baby gang??? e per definirla solamente "banda" qual'è l'età minima bastano 65 anni o va bene anche quota 100? :D

Notizie di oggi

  • Incidenti stradali

    Auto sbanda e si ribalta un paio di volte: in due in prognosi riservata

  • Politica

    Frazione organica, ritiro a singhiozzo: le buste devono essere compostabili

  • Attualità

    De Candia e Leandro, memoria a rischio: le loro opere molto copiate dai falsari

  • Cronaca

    Il nuovo pentito della Scu: “La mia latitanza anche a Porto Cesareo”

I più letti della settimana

  • Finisce con la Porsche nei campi: muore durante il ricovero giovane imprenditore

  • Troppo gravi le ferite, muore in ospedale 25enne ferito in un incidente stradale

  • Sorpassa due auto, poi il frontale con la terza: 30enne in codice rosso

  • Violenta lite in famiglia. Colpisce con un coltello la cognata: arrestato

  • Torna il linguaggio mafioso a Parabita: minacce ai commissari e manifesti funebri al candidato

  • Carne conservata male e lavoratori in nero: maxi multa a un negoziante

Torna su
LeccePrima è in caricamento