La scena si ripete: ladro scoperto dal proprietario e bloccato durante la fuga

Un 18enne arrestato dalla polizia nella serata di giovedì, nei pressi di via Giammatteo. Denunciato il complice, rintracciato poco dopo

Il vicequestore Sammati e l'ispettore Parente durante la conferenza.

LECCE – Dopo sole 24 ore, la scena si ripete come fosse un copione in città: i ladri si introducono in un’abitazione, il proprietario li scopre e uno dei malviventi resta lievemente ferito. Dopo il colpo in via Cicolella, costato l’arresto di un 23enne di nazionalità nigeriana, è finito in manette, in flagranza di reato, un 18enne leccese. Il presunto complice, I.B., sempre leccese e arcinoto alle forze dell’ordine per reati simili e rintracciato in un secondo momento, è stato denunciato in stato di libertà.  Tutto è cominciato intorno alle 20,30 di ieri sera, quando M.B., queste le iniziali del giovane fermato dalla polizia (omettiamo il nome per intero perché il ragazzo, peraltro incensurato, non è stato trovato con la refurtiva addosso, ndr) è stato bloccato dagli agenti di polizia della sezione volanti in via Luigi Tinelli, una traversa di via Giammatteo, dopo la tempestiva segnalazione da parte del proprietario della villetta colpita.

Il malcapitato, rientrando, ha notato la porta di un disimpegno aperta e ha anche udito dei rumori provenire dal giardino. I poliziotti, che si trovavano nelle vicinanze per la quotidiana attività di pattugliamento delle vie cittadine, sono sopraggiunti immediatamente. Hanno sorpreso il 18enne nei pressi del muro di recinzione, mentre il complice è riuscito a fuggire. Il 18enne, completamente sudato e con alcune escoriazioni sul corpo dovute alla caduta, è stato trovato con gli indumenti ancora sporchi di terriccio e fogliame; elementi che hanno lasciato pochi dubbi al personale della questura leccese: l'individuo ricercato doveva essere proprio quello. Dall’abitazione, come è stato poi accertato, sarebbe stato arraffato soltanto un anello in oro, con una pietra preziosa, che purtroppo non è stato ancora ritrovato.

Gli inquirenti presumono che il complice del 18enne, al quale è legato da un rapporto di parentela, possa essersene sbarazzato immediatamente. Il ragazzino, da poco maggiorenne, è stato intanto accusato del reato di furto aggravato in concorso: è stato tratto in arresto, in attesa dell’udienza di convalida. Esattamente come accaduto per il furto scoperto il giorno prima, sempre in città, la polizia è stata supportata dalla collaborazione dei cittadini e dello stesso malcapitato. Così come nel caso di 24 ore addietro è stato il figlioletto del titolare a lanciare l'allarme, anche nella serata di ieri gli agenti della sezione volanti sono stati messi nelle condizioni di agire tempestivamente, in una operazione che ha visto la "triplice" sinergia tra i poliziotti, i colleghi della sala operativa collegati per tutto il tempo dell'operazione e la vittima.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (18)

  • perché non sa realmente come sono andate le cose sappiate che il diciottenne è stato vittima raggirata dalla persona recidiva in questi reati

  • Dategli il foglio di via e mandateli a casa loro e basta con il buonismo dei comunisti. ;-)

    • Lei fa dello spirito, ma sono stati proprio quelli del PD ad aggravare ulteriormente, la già incasinata situazione della giustizia.

  • Dove li mandiamo? Semplicissimo. In carcere! Un soggetto con montagne di precedenti non può continuare a circolare impunemente a far danni. La conseguenza diretta è l'esasperazione delle vittime che, a fronte di continui furti e violenze, si armano e si difendono da soli. Poi si alzano i lai dei soliti benpensanti buonisti e fecciume vario a strapparsi le vesti per l'aumento degli "sceriffi".

  • questi son leccesi doc....

  • Si ringrazia il vecchio scriteriato governo che ha riempito l'Italia di mingranti senza stilare il benché minimo programma in tutte le fasi e sfaccettature. Una scimmia avrebbe fatto di meglio.

    • Che ossessione! Comunque, non mi pare che gli sbarchi siano diminuiti in questi ultimi mesi. Dovremmo provare con una scimmia.

      • Roberto e Nicola non hanno letto proprio l'articolo...

        • Nicola è chiaramente ironico. Comunque, in tanti hanno la fregola di commentare quando sentono odor di migranti. In questo caso, hanno annusato qualcosa già dopo le prime quattro parole "si ripete la scena" e, credendo che anche la pelle degli attori fosse dello stesso colore, si sono fiondati a sfogare la loro xenofobia dilagante...

  • Soggetto arcinoto alle forze dell'ordine denuncia in stato di libertà.......... assurdo........... rimpatrio immediato.

    • Avatar anonimo di Jacopo
      Jacopo

      Dove lo vuoi rimpatriare? A Frigole?

      • Ha saltato qualche rigo...

  • Rimpatriate tutte queste risorse :-) Abbondate. Metteteci dentro pure le nostre :-)

  • Grazie alle forze D'ellordine ma Questa gente non merita Pietà.....!!!

  • Rimpatrio immediato per queste risorse della Boldrini!!! Ah, no... scusate

    • Caro Gio, ma gli ultimi arrestati sono italianissimi e leccesissimi. questi dove li mandiamo?

      • Ha saltato qualche parola...

    • Questi purtroppo sono nostri e ce li dobbiamo tenere noi, ma io sarei favorevole all'esilio!!!

Notizie di oggi

  • Politica

    Elezioni europee: Lega prima anche nel Salento, il Pd a Lecce supera il M5S

  • Gallipoli

    Sbancano suolo a ridosso della spiaggia con la ruspa: sequestro e denunce

  • Sport

    "Via del mare”: in attesa dei grandi lavori, parte sostituzione dei seggiolini

  • Politica

    Sulla scheda il candidato che “non esiste”: un "De" di troppo ma elezioni proseguono

I più letti della settimana

  • Fuori strada di notte con la Mercedes, viene ritrovato morto all'alba

  • Elezioni europee: Lega prima anche nel Salento, il Pd a Lecce supera il M5S

  • Cosparso di escrementi e bruciato con le sigarette a 3 anni se si opponeva alle molestie: indagati padre e zio

  • Suicida in cella d'isolamento, la madre denuncia: "Mio figlio doveva prendere farmaci"

  • Esplode il distributore di bibite: operaio 23enne in prognosi riservata

  • Un boato sveglia il vicinato all’alba: si sbriciola il tetto di un’abitazione

Torna su
LeccePrima è in caricamento