Tentata rapina con arma e spranga: preso terzo complice

Un 25enne di Casarano arrestato nella serata di lunedì a Terlizzi, nel Barese, dai carabinieri di Maglie e Molfetta. È ritenuto uno degli autori del colpo di gennaio, in una tabaccheria di Scorrano

Un fotogramma del momento della rapina.

TERLIZZI (Bari) – È stato arrestato nella serata di ieri a Terlizzi, nel Barese, il terzo componente della banda fermata pochi giorni addietro e ritenuta responsabile di una violenta rapina ai danni di una tabaccheria a Scorrano. I carabinieri della Sezione operativa della compagnia di Maglie, guidati dal capitano Giorgio Antonielli, in collaborazione con i colleghi di Molfetta, hanno infatti fermato Mirko Gennaro, un 25enne di Casarano.

Il ragazzo è stato colpito da un ordine di custodia cautelare per il tentato colpo nella rivendita scorranese e i cui complici sono stati fermati pochi giorni fa. Il ragazzo si è presentato spontaneamente presso lo studio del proprio avvocato, del Foro di Trani, per poi consegnarsi ai carabinieri.

WhatsApp Image 2019-04-16 at 17.55.32-2Al termine delle formalità di rito, è stato ristretto nel carcere tranese, su disposizione dell’autorità giudiziaria. Intanto gli inquirenti continuano a indagare su quell’episodio, nel quale la banda, a gennaio, ha agito utilizzando anche una spranga e una pistola, per poi fuggire grazie al pulsante antirapina schiacciato dalla vittima tenuta sotto scacco dalla minaccia dell’arma.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sete post-pizza? Ecco il perché e come ovviare al problema

  • Paura in pieno giorno: tre esplosioni in pochi secondi. Sventrata una casa, fermato proprietario

  • Sfida a 200 all'ora: banda di ladri inseguita per oltre 70 chilometri

  • Doppio blitz, armi nascoste e stupefacenti a chili: scattano le manette

  • “Salvato il soldato Paolo”, carabinieri salentini in prima linea nel trasferimento del generale

  • Scoppia una rissa, un 25enne ferito al setto nasale per aver chiamato la polizia

Torna su
LeccePrima è in caricamento